×

Liguria, rischio di peste suina africana a Ceriana: l’ordinanza del sindaco

Fa paura il rischio di peste suina africana a Ceriana, in Liguria. Il sindaco ha già firmato un'ordinanza che dispone l'allontanamento degli animali.

peste suina africana Ceriana

Il possibile rischio di peste suina africana si fa largo a Ceriana, in Liguria. Il sindaco ha già firmato un’ordinanza che dispone l’allontanamento degli animali.

Rischio peste suina africana a Ceriana

L’ordinanza di mercoledì 28 luglio 2021 è stata firmata dal sindaco in seguito a una relazione del dipartimento di prevenzione dell’Asl 1 Imperiese, arrivata al Comune dopo un sopralluogo dei funzionari dell’azienda sanitaria, che hanno visionato l’area lo scorso 11 maggio.

I funzionari hanno segnalato la presenza di una quarantina di esemplari, appartenenti alla specie suina, e in particolar modo di “maialini nani in alcuni casi ibridati con cinghiali. Questi ultimi rappresenterebbero un possibile pericolo per quanto riguarda lo stato di allerta sulla peste suina africana. Nel terreno sono stati individuati anche 5/6 cani liberi di girare in mezzo ai rifiuti condividendo gli spazi con i maiali”.

Rischio peste suina africana a Ceriana: l’ordinanza del sindaco

Maurizio Caviglia, sindaco di Ceriana, ha firmato un’ordinanza attraverso la quale si dispone l’allontanamento di una quarantina di suini che vivono allo stato brado nel terreno in strada Cianche, il quale apparterrebbe a un uomo di 56 anni residente nel piccolo comune.

Il proprietario avrà a disposizione 10 giorni per allontanare i suini e i cani, predisponendo per loro un ricovero idoneo.

L’area, inoltre, dovrà essere bonificata.

Rischio peste suina africana a Ceriana: di cosa si tratta

La peste suina africana è una malattia virale dei suini e dei cinghiali selvatici, per la quale non esistono vaccini né cure e può quindi portare alla morte, generando così problemi socio-economici nei Paesi in cui si diffonde. Gli esseri umani non sono sensibili alla malattia.

I sintomi della peste suina africana sono simili a quelli della peste suina classica.

Per differenziarle, infatti, è necessaria un’analisi in laboratorio. I segnali tipici della malattia sono: febbre, perdita di appetito, debolezza, aborti spontanei, emorragie interne con emorragie evidenti su orecchie e fianchi. In alcuni casi può persino verificarsi la morte improvvisa dell’animale.

Maiali e cinghiali sani di solito vengono infettati se entrano in contatto con animali infetti o con qualsiasi oggetto contaminato dal virus, come abbigliamento, veicoli e altre attrezzature. Cibandosi di carni o prodotti a base di carne di animali infetti suini e cinghiali possono ammalarsi. Pericolosi anche i morsi di zecche infette.

Contents.media
Ultima ora