×

Linda Evangelista: come ha fatto per apparire nella copertina di British Vogue senza imperfezioni

Linda Evangelista è rimasta nascosta per cinque anni dopo che una procedura di criolipolisi le ha causato diverse protuberanze sul corpo.

Linda Evangelista Vogue

Linda Evangelista, 57 anni, la supermodella del “non ci alziamo per meno di 10.000 dollari al giorno” che ha conquistato le passerelle mondiali degli anni Ottanta e Novanta, è tornata in copertina dopo cinque anni lontani dai riflettori a causa di una procedura di rimodellamento del corpo che l’ha sfigurata, causandole alcune protuberanze su collo, braccia e gambe.

Sulla prima pagina di British Vogue, in ogni caso, la modella è apparsa praticamente perfetta. Ecco come ha fatto e il suo doloroso racconto.

Linda Evangelista “brutalmente sfigurata” dalla criolipolisi

Linda Evangelista, fotografata da Steven Meisel, è stata l’ospite d’onore della copertina di British Vogue di settembre dopo cinque anni passati a “nascondersi” a causa di una criolipolisi, una procedura per congelare il grasso, che l’ha “brutalmente sfigurata”.

La supermodella ha deciso che era il momento di mostrarsi e raccontare la sua storia: “Non potevo più vivere quel dolore.

Sapevo che dovevo fare un cambiamento e l’unico cambiamento era dire la mia verità“, ha dichiarato.

“Cerco di amarmi come sono, ma la moda crea sogni”

Della sua operazione non riuscita Linda Evangelista aveva già parlato nel febbraio 2022 con il magazine People, e ora è tornata anche di fronte a un obiettivo. La supermodella non ha problemi ad ammettere che però le foto sono state ritoccate: “Quelli non sono la mia mascella e il mio collo nella vita reale”, ha sottolineato.

La perfezione della sua pelle è dunque legata proprio ad un abile utilizzo di Photoshop, che le ha permesso di apparire praticamente senza difetti, proprio come una volta.

Ma non finisce qui. Nelle fotografie scattate da Steven Meisel, Evangelista porta un foulard intorno al viso. La truccatrice Pat McGrath le ha inoltre tirato indietro la pelle di viso, mascella e collo con del nastro adesivo.

Cerco di amarmi come sono, ma nelle foto di moda penso che il nostro compito sia creare fantasie, creare sogni“, ha detto Evangelista nell’intervista a Vogue.

“Ho fatto la procedura per vanità, mi si è ritorta contro”

Linda Evangelista ha raccontato di essere stata attratta dalla criolipolisi per vanità: “Quelle pubblicità erano in onda ovunque e chiedevano: ‘Ti piace quello che vedi allo specchio?’ Mi stavano parlando”.

“Promettevano niente tempi morti, niente interventi chirurgici e ho bevuto la pozione magica, l’ho fatto perché sono un po’ vanitosa, e mi si è ritorta contro. Se avessi saputo che gli effetti collaterali potevano includere la perdita dei tuoi mezzi di sostentamento e il rischio di essere così depressa da odiarti, non avrei corso quel rischio“, ha dichiarato.

A settembre 2021, la supermodella ha avviato una causa da 50 milioni di dollari contro la Zeltiq Aesthetics, la società che esegue la criolipolisi, risoltasi nel luglio successivo.

A Vogue, Evangelista ha evidenziato di non essere ancora totalmente guarita a livello mentale, ma ha ammesso di essere “grata per il supporto che ho ricevuto dai miei amici e dal mio settore”. A sostenerla sono state le colleghe, Gwyneth Paltrow e Marc Jacobs. Tra i primi a inviarle una lettera anche il direttore artistico Kim Jones, che l’ha voluta protagonista di una nuova campagna di Fendi.

“Non mi vedrete in costume da bagno, questo è certo. E sarà difficile trovare lavoro con le protuberanze senza ritoccare, comprimere, o usare stratagemmi“, ha spiegato Evangelista.

Leggi anche: Ambra Angiolini è tornata a Stromboli per aiutare gli isolani dopo l’alluvione

Leggi anche: Morto Ioane King, attore di Spartacus: aveva 49 anni

Contents.media
Ultima ora