L'insediamento umano più remoto della terra: ecco dove si trova - Notizie.it
L’insediamento umano più remoto della terra: ecco dove si trova
Curiosità

L’insediamento umano più remoto della terra: ecco dove si trova

remoto
L'insediamento umano più remoto della terra ecco dove si trova

Oggi vi portiamo alla scoperta di un insediamento considerato il più remoto della terra. E' possibile raggiungerlo solo via mare. Ecco dove è.

Se pensi che il luogo più difficile da raggiungere sulla Terra sia l’Isola di Pasqua, mi spiace, ma non è così. Esiste un luogo remoto, un insediamento ancora più distante dalla Terra. Si tratta di un luogo distante dalla terra. Un luogo per il quale bisogna impiegare ben 7 giorni via mare per raggiungerlo. L’insediamento in questione è l’arcipelago di Tristan da Cunha. Il luogo più “vicino” è l’isola di Sant’Elena che si trova a 2000 km di distanza. Per raggiungerlo, si può fare solo tramite mare e solo partentendo da Città del Capo e facendo una traversata di sette giorni.

E’ un territorio d’oltremare britannico, un paradiso ricco e popolato da esseri straordinari e unici nel loro genere. La mappa qui sotto ti fa capire quanto questo luogo sia davvero remoto e lontano da vedere e anche solo da immaginare.

9707_2
Appena giunti qui, troverete un cartello che vi dà il benvenuto.

Inoltre, il cartello è anche utile per capire le distanze da altre città quali Londra, Oslo e Montevideo. Vedendo questo cartello e le distanze chilometriche, vi renderete conto di quanto questo luogo sia davvero remoto e distante chilometri e chilometri dalla terra. Le isole di cui l’arcipelago fa parte sono state scoperte da alcuni scopritori portoghesi all’inizio del 500. Sono isole di cui l’Inghilterra ha preso il dominio a cominciare dal 1800, ovvro nel 1816.

Il nome dell’isola Tristan da Cunha prende il nome da colui che l’ha vista per prima nel 1506. L’insediamento in cui gli abitanti vivono prende il nome di Edimburgo dei Sette Mari.

9707_7
L’isola misura 98 km quadrati per quanto riguarda la superficie. Una isola abitata da pochissime persone, circa 266 persone. Gli abitanti vivono ancora secondo alcune regole e principi stabiliti per loro da William Glass. William Glass è un militare.

Un militare che ha deciso di abitare qui ed è il fondatore ufficiale della comunità di Tristan da Cunha. I principi e le regole stabiliti da Glass si fondono su una serie di diritti uguali per tutti. Tutti gli abitanti condividono lo stesso pezzo di terra. In questo modo nessuno ha la possibilità di arricchirsi o impoverirsi. Condividono tutto quello che hanno gli uni con gli altri.

Gli abitanti vivono di ciò che la terra offre loro. Sono agricoltori, pescatori e allevatori. Esportano i loro prodotti. Per quanto riguarda le cose che gli interessono, escludendo il cibo di cui si nutrono grazie al loro lavoro, si affidano ad altri, ad aiuti esterni. Il luogo, l’insediamento è spesso visitato da studiosi e ricercatori, i quali cercano di capire come si può vivere in questo luogo e quale può essere lo stato di salute dei suoi abitanti.

Siccome l’isola è abitata da un gruppo davvero ristretto di perosne, ovvero 266, i casi di endogamia sono scoppiati.

L’endogamia è la riproduzione sessuale tra individui legati tra di loro da parentela. I casi di endogamia hanno portato a moltissime malattie genetiche sviluppate tra gli stessi abitanti. Moltissimi abitanti sono colpiti da asma congenito e anche da altre malattie, quali i disturbi oculari. L’asma congenito è un disturbo di cui i primi abitanti furono colpiti.

Un insediamento davvero remoto, difficile da raggiungere per chi volesse scoprirlo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche