×

Locatelli: “Le misure restrittive stanno funzionando, vanno mantenute”

Le misure restrittive stanno funzionando ed è necessario mantenerle in attesa di una stabilizzazione dei contagi: lo ha affermato Locatelli.

Vaccino

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli ha affermato che le misure restrittive in vigore in Italia stanno funzionando e mostrando i loro effetti: per questo vanno mantenute in attesa che la curva si stabilizzi.

Locatelli sulle misure restrittive

Intervenuto durante la trasmissione Che tempo che fa in onda su Rai Tre, ha spiegato che le limitazioni hanno consentito una discesa dell’indice di contagio da 1.16 a 1,08 e dell’incidenza settimanale dei casi ogni 100 mila abitati da 264 a 247. Inoltre il numero assoluto dei positivi riscontrati in una settimana è calato di 9.000 unità. Le cifre relative agli ospedali sono però ancora alte, con le terapie intensive occupate al 39% (la soglia critica è del 30%) e 3.700 posti letto occupati in degenza ordinaria numero vicino al picco di 4.063 raggiunto ad aprile del 2020.

Locatelli si è espresso anche sull’introduzione dell‘obbligo vaccinale per il personale sanitario, da giorni al centro del dibattito. Secondo lui è una “condizione imprescindibile per poter svolgere un ruolo sanitario a contatto con i malati“. Chi si rivolge a strutture ospedaliere, ha spiegato, deve avere tutte le garanzie che si sia fatto il massimo per proteggere dal rischio di contagio, e in questo massimo per lui rientra la vaccinazione.

Quanto alla somministrazione del vaccini, ha infine manifestato la necessità di tutelare la fascia tra i 70 e i 79 anni, quella con mortalità del 10%.

L’aver seguito il criterio anagrafico vaccinando gli over 80 insieme agli operatori sanitari e al personale delle Rsa ha infatti consentito una flessione dei contagi: “Si è data priorità anche a soggetti vulnerabili, si è cercato di proteggere i più fragili, e anche qui il criterio dell’età è importante“.

Contents.media
Ultima ora