×

Locatelli, vaccino AstraZeneca: “Eventi trombotici straordinariamente rari”

Il presidente del CSS Franco Locatelli si è espresso in merito al vaccino AstraZeneca e agli eventi trombotici recentemente riscontati in Italia.

vaccino AstraZeneca
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità (CSS) Franco Locatelli si è espresso sui casi di trombosi registrati in Italia in seguito all’inoculazione del vaccino AstraZeneca, sintetizzato per contrastare la diffusione del coronavirus.

Locatelli, vaccino AstraZeneca: “Eventi trombotici rari”

Nel corso della conferenza stampa organizzata nel pomeriggio di giovedì 8 aprile presso la Sala Polifunzionale delle Presidenza del Consiglio, il presidente del CSS Franco Locatelli ha commentato i casi di trombosi legati al vaccino AstraZeneca, recentemente riscontrati in Italia, in presenza del premier Mario Draghi.

A questo proposito, infatti, l’esperto ha dichiarato: “Va ribadito che questo vaccino, AstraZeneca, può coprire la popolazione fragile: le scelte fatte fanno riferimento a eventi trombotici in sedi inusuali ma straordinariamente rari: 86 casi su almeno 25 milioni di vaccinati”.

Durante la conferenza stampa, sono stati affrontati anche altri temi come, ad esempio, l’andamento della campagna vaccinale nel Paese. Secondo quanto stabilito dall’ultima circolare diramata dal Ministero della Salute, il piano vaccinale prevede di proseguire nella somministrazione del siero prodotto da AstraZeneca ai cittadini, destinandolo però esclusivamente agli over 60.

In merito alle direttive stabilite dal Ministero della Salute, quindi, Franco Locatelli ha ribadito: “AstraZeneca è approvato dai 18 anni in su senza limite superiore.

È solo raccomandato, in virtù delle riflessioni fatte per la popolazione over 65 ma non è certo proibito. Se fossi un cittadino, sarei anche particolarmente rassicurato dall’efficienza, dalla vigilanza e dalla reattività del vaccino. Il bilancio tra i benefici e i rischi della vaccinazione rimane largamente favorevole”.

Il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, infine, ha affrontato anche la questione relativa all’emergenza sanitariaprovocata dalla pandemia da SARS-CoV-2 sul territorio italiano. Sempre in conferenza stampa, ha spiegato: “Le misure stanno funzionando, anche a fronte di un numero elevato di decessi siamo al secondo giorno consecutivo con un calo di numero di posti letto occupati”.

Contents.media
Ultima ora