×

Lombardo contro il Times, i soldi dall’Europa sono congelati

Un miliardo di euro per l’economia siciliana sarebbero sicuramente una bella boccata d’ossigeno per aziende, privati e giovani imprenditori. Peccato che quei soldi non siano stati spesi e rischiano di non arrivare mai più dall’Europa. Se Irlanda ed altri paesi hanno sfruttato quei fondi per risollevare e rendere competitive le loro economie, qui in Sicilia tutto è bloccato. Anomalie riscontrate dalla Corte dei Conti o la pignoleria dei dirigenti che si sono alternati nei quattro governi Lombardo hanno paralizzato le spese. I progetti approvati venivano rivisti dai nuovi dirigenti che pretendevano di dire la loro sui progetti e sui capitoli di spesa, salvo poi essere defenestrati per motivi politici. A Londra se ne sono accorti, Il Times ha parlato apertamente di soldi buttati al vento ma la risposta alle critiche è balbettante.

Ben 90 milioni di euro previsti per il settore alberghiero sono congelati per cambio delle competenze, dall’Assessorato al Turismo a quello delle Attività Produttive.

Un vero e proprio autogol, come quello di 47 milioni di euro destinate alle imprese di qualità, senza che siano stati stabiliti i parametri ed altri 25 milioni di euro per le piccole imprese decise ad entrare nella grande distribuzione. Uno dei bandi su cui si basa gran parte della ripresa economica, quello sull’imprenditoria giovanile e femminile, vero e proprio volano durante la crisi, vede ben 55 milioni di euro bloccati. Dalla Corte dei Conti è arrivato lo stop al progetto “Futuro Semplice” che doveva assicurare al Ciapi 400 ex dipendenti altrimenti disoccupati. Vizi di forma, che si traducono in incompetenza da parte di chi compila le domande e macchina burocratica simile al classico pachiderma dentro il negozio di cristalli. Una situazione che rischia di sganciare definitivamente la Sicilia dalla locomotiva economica europea.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche