×

Louisville, neonato sopravvive per giorni alla morte della madre rosicchiandosi le mani

A Louisville, un neonato di soli due mesi è riuscito a sopravvivere per giorni alla morte della madre, rosicchiandosi per mani per riuscire a sfamarsi.

morte

Negli Stati Uniti d’America, un neonato di due mesi è riuscito a sopravvivere per giorni disteso sul corpo della madre morta, rosicchiandosi le mani per non patire la fame.

Louisville, neonato sopravvive per giorni alla morte della madre rosicchiandosi le mani

Nella giornata di mercoledì 18 agosto, la polizia ha rinvenuto il cadavere di Danielle Wade, 29 anni, all’interno del suo appartamento. Adagiato sul corpo della donna, deceduta da alcuni giorni presumibilmente a causa di un’overdose, poi, è stato trovato anche il suo secondo figlio, un neonato di soli due mesi. Il piccolo, pur essendo fortemente disidratato e affamato, è riuscito a sopravvivere rosicchiandosi le mani.

La drammatica vicenda si è verificata nella città di Louisville, nello Stato americano del Kentucky.

Louisville, neonato sopravvive alla morte della madre: la reazione di Adriane Wade

In merito al tragico avvenimento, si è espressa la madre della 29enne, Adriane Wade, che si è detta estremamente sconvolta per l’improvvisa e devastante scomparsa della figlia.

Adriane Wade, allertata sulla sorte di Danielle dalla polizia di Louisville che le ha chiesto di identificare il corpo, ha ricordato la giornata del 13 agosto, l’ultima trascorsa in compagnia della figlia e dei due nipotini.

A questo proposito, la donna ha raccontato: “Danielle e i suoi figli erano a casa mia. Siamo andati a scuola. Abbiamo passato una bella giornata insieme. Venerdì 13 è stato divertente ma è stata anche l’ultima volta che ho sentito mia figlia ridere”.

Louisville, neonato sopravvive alla morte della madre: il racconto della nonna

Adriane Wade ha anche rilasciato alcune dichiarazioni relative alla sopravvivenza del neonato di due mesi, Dreaseaun, rinvenuto vivo, disteso sul corpo della madre.

La nonna ha spiegato che il nipotino è riuscito a rimanere in vita rosicchiandosi le dita: “Danielle si è decomposta per giorni, prima di essere trovata, con il suo bambino, il suo piccolo, disteso sopra di lei. Quel bambino, che era nell’appartamento mentre lei si stava decomponendo, aveva la carne viva della mano in bella mostra perché aveva cercato qualcosa da mangiare pur di sopravvivere”.

La donna, infine, ha spiegato che il neonato è stato ricoverato in ospedale per riprendersi dalla disidratazione e dalle ferite riportate alle mani. Intanto, ha considerato un miracolo il fatto che il piccolo Dreseaun sia riuscito a resistere così tanto senza la madre. Adriane Wade, inoltre, ha asserito di essere pronta a prendersi cura di entrambi i nipoti, improvvisamente rimasti orfani di madre.

Contents.media
Ultima ora