×

Luciano Lunazzi, il re delle “pillole friuliane” stroncato da un malore

Luciano Lunazzi stroncato da malore: il fratello lo trova in casa privo di vita. L'artista era famoso per le sue "pillole" friulane e per la sua passione per la pittura

default featured image 3 1200x900 768x576

Luciano Lunazzi è stato trovato morto nei giorni scorsi, nella sua casa di via Albona, a Udine. L’uomo, famoso per le sue “pillole friulane” era anche un artista poliedrico e un affermato pittore locale. Ad accorgersi della morte di Lunazzi è stato il fratello, allertato da alcuni amici che da giorni non lo vedevano uscire dal suo appartamento.

Il 65enne è stato probabilmente stroncato da un malore e non ha fatto in tempo a chiedere aiuto.

Cliccatissimo in rete

Luciano Lunazzi era diventato il fenomeno mediatico del momento: un vero e proprio hippie carnico, che riscuoteva centinaia di cli in rete, con oltre 90.000 contatti che lo seguivano quotidianamente. Personalità estrosa e carattere poliedrico, tipico degli artisti, Lunazzi era diventato famoso con i suoi “Tacons – Supposte di friuliano“.

Si tratta di brevi video in cui il sessantacinquenne dispensava veri e propri consigli agli utenti, su tematiche di vario genere.

Appassionato di viaggi, Lunazzi aveva girato il mondo e incontrato persone di diverse culture e provenienti da ogni latitudine. Amava raccontare, anche nelle recenti interviste rilasciate ai quotidiani locali, della sua passione per i viaggi e della sua propensione alla pittura, arte che amava sopra ogni cosa e che esercitava in modo quasi psichedelico.

Stroncato da un malore

Lunazzi è stato ritrovato morto in casa, dal fratello. Per il 65enne friulano non c’è stato nulla da fare. L’uomo viveva, infatti, da solo ed è possibile che fosse già morto da qualche giorno. A dare l’allarme alla famiglia sono stati alcuni amici che abitano nello stesso quartiere e che da alcuni giorni non avevano notizie dell’artista. Avvisato della situazione, il fratello si è subito precipitato nell’appartamento come a presagire il peggio, ma purtroppo Lunazzi era già deceduto.

Aveva studiato da autodidatta

La notizia della morte di Luciano Lunazzi si è diffusa velocemente tra gli artisti friuliani, sgomenti per la perdita dell’amico, sia dal valore affettivo che da quello artistico. Luciano Lunazzi era nato nel 1952 ad Ovaro. Si era, quindi, trasferito in Svizzera dopo aveva vissuto qualche anno prima di iniziare a viaggiare. Una passione, quella del viaggio, che lo accompagnerà per tutta la vita caratterizzando molti periodi della sua esistenza e portandolo alla scoperta di nuovi mondi e alla conoscenza di persone di culture ed etnie diverse.

La pittura è stata l’altra grande passione della vita di Lunazzi, nonostante sia comparsa in età tardiva. Il friuliano ha iniziato a dipingere, infatti, a 42 anni. Da allora, però, non ha più smesso trasportando la sua poliedricità e la sua estrosità all’interno dei dipinti che manifestano tratti psichedelici. Lunazzi ha, infine, allestito diverse mostre con i suoi quadri di cui andava molto orgoglioso. Grazie alle mostre e alla passione, che non mancava di comunicare ai suoi amici artisti, Luciano Lunazzi è riuscito a farsi strada nel mondo artistico. Le sue “pillole” friulane sono seguitissime sul web, con una rete di contatti e si seguaci che arriva alle 90.000 persone.

Contents.media
Ultima ora