×

Luglio 2021 è stato il mese più caldo della storia

Luglio 2021 è stato il mese più caldo della storia, con temperature terrestri e marine di 0,93 gradi superiori a quelle registrate nel XX secolo

Un luglio 2021 unico nella storia per temperature

Luglio 2021 è stato decisamente il mese più caldo della storia, è non è un’iperbole peraltro indiscutibile, ma il frutto di un report analitico messo a punto dalla Noaa, la National Oceanic and Atmospheric Administration. L’agenzia federale Usa che studia clima, oceani e correlazioni è stata lapidaria: questo fenomeno unico nel suo genere da quando esistono i parametri di censimento moderni “si aggiunge al percorso senza precedenti e preoccupante del cambiamento climatico”

Luglio mese più caldo della storia: le responsabilità umane e gli effetti in Italia

Un cambiamento climatico messo all’indice, nella sua parte antropica, cioè attinente alle (ir)respnsabilità dell’uomo, anche da un recente alert degli specialisti Onu. E il caldo planetario che indicano gli scienziati Usa sta facendo sentire i suoi effetti anche qui in Italia, dove in questi giorni imperversa l’anticiclone Lucifero con le sue temperature agostane da record che sono anche il frutto della spventosa stabilità termica al rialzo di luglio. Per la giornata di oggi, sabato 14 agosto e vigilia della festa estiva per antonomasia, sono in indice di bollino rosso ben 17 città italiane

Agosto e le città italiane a rischio dopo un luglio 2021 mese più caldo di sempre

Significa che centinaia di migliaia di italiani saranno potenzialmente esposti ad un rischio di allerta 3. Questa casella di alert “indica condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”. Insomma, oggi patiranno e se la rischieranno tutti, anche quelli che stanno bene e che non sono né troppo giovani né troppo avanti con l’età.

Dove di preciso? A Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti, Roma, Trieste, Viterbo, Ancona e Napoli

Il “record nel record” dell’Asia con l’Europa seconda per il luglio mese più caldo di sempre

Tornando al luglio appena trascorso e al suo record planetario di mese più caldo “di sempre” ecco alcuni dati: le temperature della superficie terrestre e degli oceani sono state di 0,93 gradi centigradi superiori a quelle registrate nel XX secolo rendendo questo mese il più caldo da 142 anni.

Tanto “più caldo” da essere superiore sia a luglio 2016 che a luglio 2019. Nell’emisfero nord la temperatura della superficie terrestre è stata superiore di 1,54 C sorpassando il record precedente, sempre a luglio, nel 2012. E le aree da record nel record? L’Asia, seguita a ruota proprio dall’Europa. La chiosa è stata di Rick Spinrad, amministratore di Noaa: “Gli scienziati di tutto il mondo hanno evidenziato come stia evolvendo il cambiamento climatico e di come l’influenza delle attività umane sia, inequivocabilmente, alla base delle mutazioni e si stiano rapidamente intensificando”.

Contents.media
Ultima ora