×

Luigi Di Maio: “Negare gli orrori di Putin è una follia”

Luigi Di Maio: “La guerra esiste, bisogna evitare ogni forma di negazionismo, chiudere gli occhi e negare gli orrori di Vladimir Putin è una follia”

Luigi Di Maio

In una lunga chiacchierata con Fanpage Luigi Di Maio lo ha detto chiaramente: “Negare gli orrori di Putin è una follia”. Ed è per questo motivo che nella stessa sede concettuale il ministro degli Esteri invita le democrazie a “non farsi contaminare dalle autocrazie”.

Le riflessioni del titolare della Farnesina, recente oggetto di un attacco mirato da parte di Mosca, hanno come tema cardine la condotta dei paesi occidentali, quella e gli sforzi diplomatici da fare. Sforzi sacrosanti, ma che non devono indurre ad un “tranello”.

“Negare gli orrori di Putin è una follia”

Quale? “Non possiamo farci contaminare dalle autocrazie, anzi davanti a una guerra che sta distruggendo i valori democratici e il rispetto della persona, le democrazie devono essere rafforzate sempre di più”.

E il ministro Di Maio lo ha ribadito: “La guerra esiste, bisogna evitare ogni forma di negazionismo. Chi chiude gli occhi davanti ai morti reali, alla distruzione che sta avvenendo in Ucraina fa solo finta di non vedere le atrocità commesse dall’esercito russo e dà linfa alla propaganda russa che spinge Putin ad andare avanti con questa guerra assurda”.

“Soluzione diplomatica e Conferenza di pace”

Poi Di Maio ha spiegato: “Non dobbiamo desistere dalla ricerca di una soluzione diplomatica e avviare il prima possibile l’iter per arrivare alla Conferenza di pace.

Putin continuerà la sua guerra contro l’Ucraina intensificando in maniera violenta gli attacchi a Sud-Est. Il Presidente russo deve portare in patria un successo, ad oggi non ci è ancora riuscito e non si fermerà fino a quando non avrà un trofeo da esibire”. E in chiosa: “Per questo motivo il conflitto va fermato adesso, prima che si inasprisca ancora di più”.

Contents.media
Ultima ora