×

Lukashenko bandito dai Giochi di Londra

default featured image 3 1200x900 768x576
lukashenkoBielorussia2

Il presidente della Bielorussia, Aleksandr Lukashenko, il cui nome è inserito nella black list dell’Unione Europea, è stato bandito dalle Olimpiadi di Londra.

A darne la notizia tramite twitter è stato Aleksandr Zukov, primo vicepresidente della Duma e presidente del comitato olimpico russo: «Il comitato organizzatore di Londra non ha dato l’accredito al presidente del comitato olimpico bielorusso Lukashenko: ma lo sport non è fuori dalla politica?».

In realtà, lo stesso Lukashenko non sarebbe d’accordo con quest’ultima affermazione, avendo dichiarato una volta che «lo sport è politica, sporca politica».

Zuchov, inoltre, ha denunciato il mancato rispetto delle tradizioni olimpiche: « Ogni scolaro sa che la Grecia era sempre in pace durante i Giochi».

La portavoce dell’ambasciata inglese a Minsk, Inna Romashvskaya, ha chiarito, se mai ce ne fosse stato bisogno, le ragioni per cui al presidente bielorusso è stato negato l’accredito: «Il nome del presidente resta nella lista delle persone alle quali è vietato entrare nei paesi della Ue. Per questo motivo non gli sarà consentito di partecipare alle Olimpiadi programmate a Londra.

Il bando resta in vigore anche durante i Giochi».

Una brutta notizia per Lukashenko, il quale aveva chiesto alla delegazione olimpica bielorussa di tornare in patria «con almeno 25 medaglie».

Contents.media
Ultima ora