Luoghi spettacolari al mondo sul punto di morire - Notizie.it
Luoghi spettacolari al mondo sul punto di morire
Ambiente

Luoghi spettacolari al mondo sul punto di morire

Tutti ricordano un momento della loro vita dove hanno visitato un bel posto durante un viaggio, o hanno visto una bellissima spiaggia o una foresta in un film, e hanno desiderato di essere lì per sempre.

Purtroppo, alcuni di questi non saranno più a disposizione per molto tempo. Si tratta di una verità terribile e triste, ma è vero. Questi luoghi sono stati distrutti da ragioni politiche o ambientali, o semplicemente perché sono troppo popolari per il turismo.

# 1. Yasuni National Park, Ecuador

Yasuni National Park si trova nell’ Amazzonia ecuadoriana ed è una delle zone più biologicamente diverse del nostro pianeta. E’ sede del popolo Huaorani, un gruppo semi-nomade di cacciatori-raccoglitori. E’ anche sede di due tribù indigene, Tagaeri e Taromenane. Ci sono oltre 4.000 specie di piante, 170 specie di mammiferi e 610 specie di uccelli. Yasuni è stimata di contenere 800 milioni di barili di greggio. Ecuador ha approvato lo sfruttamento della Yasuni nel 2013, quindi è una questione di tempo prima che sia cambiata per sempre.

1

# 2.

Sapa, Vietnam

Questa città a distanza con infinite risaie verdi smeraldo è circondata da imponenti montagne su tutti i lati. Sapa era una volta un piccolo luogo appartato ma siccome è una delle maggiori destinazioni turistiche in Vietnam, sta sicuramente cambiando.

2

# 3. Great Barrier Reef

La barriera ha perso più della metà dei suoi coralli a causa di inquinamento, il cambiamento climatico e la pesca eccessiva. Nel 2013, il governo australiano ha autorizzato la costruzione di un nuovo porto vicino alla barriera corallina. La costruzione richiederà 3 milioni di metri cubi di fondale da dragare.

3

# 4. Seaflower Biosphere Reserve

La Riserva della Biosfera Seaflower si trova tra l’Arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina nel sud-ovest dei Caraibi. Si tratta di una Riserva marina UNESCO che lo protegge dallo sfruttamento economico. Tuttavia nel 2013, il Nicaragua ha ceduto la metà della superficie del Seaflower ed i funzionari dei paesi poveri hanno invitato delle multinazionali per cercare petrolio.

4

# 5.

Bagan, Myanmar

Bagan è la patria di oltre 2.000 templi buddisti, pagode, e rovine risalenti all’ 11 ° e 12 ° secolo. Il numero di turisti è in aumento e l’esperienza di esplorare un tempio da soli è quasi giunta al termine.

5

# 6. Vientiane, Laos

Questa città rilassante è un luogo dove i monaci in vesti arancioni superano i turisti. Offre tetti coloniali francesi e templi dorati che formano lo skyline, ma presto questo cambierà, dato che è stata scelta per la costruzione di massa che presto porterà migliaia di lavoratori alle sue porte.

6

# 7. L’Avana, Cuba

L’Avana è conosciuta per i suoi edifici di epoca coloniale e automobili del 1950. E’ in un periodo di cambiamenti drammatici, e il parlamento di Cuba ha approvato all’unanimità la nuova legge per attrarre maggiori investimenti esteri solo il mese scorso.

7

# 8. Monte Kilimanjaro, Tanzania

Le tendenze che hanno iniziato più di 100 anni fa, suggeriscono che le vette del Kilimanjaro saranno presto libera dai ghiacci.

Tra il 1912 e il 2011, la massa di ghiaccio sul suo picco è diminuito di oltre l’ 85%. Gli scienziati dicono che non è più una questione di se il ghiaccio scomparirà, ma quando. Alcuni hanno predetto che accadrà entro il 2060.

8

# 9. Yangon, Myanmar

Yangon è la città più grande del Myanmar. E’ stato tagliato dal resto del mondo per decenni, a causa di un boicottaggio. Nel 2012, il boicottaggio è stato revocato e le porte di Yangon sono state aperte all’Occidente. La città ha vissuto una trasformazione molto veloce.

9

# 10. Damasco, Siria

Damasco è una delle più antiche città abitate al mondo. A causa della guerra civile siriana, bombardamenti, saccheggi e incendi dolosi ha devastato gran parte di castelli della città, moschee storiche, e cancelli. Non è stata valutata l’entità del danno.

10

# 11. South Lago d’Aral, in Uzbekistan

L’ Aral Seas era il quarto lago più grande del mondo 30 anni fa.

Coltivazione ed irrigazione hanno ridotto l’Aral al 10% della sua dimensione originale ed è stato chiamato uno dei peggiori disastri ambientali del pianeta. Il Kazakistan ha salvato l’Aral con la costruzione di dighe. Nel sud invece, l’Uzbekistan non ha tentato di salvarlo. Uno dei motivi è a causa della presenza di petrolio e gas nel fondo marino, che ha portato il suo sfruttamento nel 2010.

11

# 12. Panajachel, Guatemala

Panajachel è la più grande città sul Lago Atitlan. Questa festosa, città multiculturale, una volta attraeva bohémien provenienti da tutto il mondo. Il traffico di droga ha colpito duramente Panajachel e nel corso degli ultimi anni, gruppi di vigilantes sono stati espatriati.

12

# 13. Nuuk, Groenlandia

Questa capitale della Groenlandia è la più grande isola del mondo. E’ la terra di neve, orsi polari e solo 15.000 persone per ora. Questo cambierà dato che Nuuk sta progettando di iniziare a sfruttare i suoi minerali non sfruttati e si aspetta di ricevere migliaia di minatori provenienti da tutto il mondo negli anni a venire.

13

# 14.

Tuvalu

Queste piccole isole che compongono Tuvalu si trovano nel Pacifico meridionale. Si trovano a pochi centimetri sopra l’oceano, quindi il minimo aumento del livello del mare sarebbe una condanna a morte per Tuvalu. In caso di emergenza, il governo di Tuvalu può trasferire la sua popolazione di 10.000 in Nuova Zelanda e Fiji.

14

# 15. Lago Ciad

Il Lago Ciad si trova tra Niger, Ciad, Nigeria e Camerun. E’ la patria di ippopotami, leoni, coccodrilli e altri animali, ma non per molto. Il lago ha perso il 90% delle sue acque negli ultimi 50 anni senza segni di ripresa.

15

# 16. Boeng Yak Loum, Cambogia

Boeng Yak Loum è un enorme lago che si trova all’interno di un cratere vulcanico antico di 4000 anni. E’ considerato un luogo sacro e la gente del posto vi nuota completamente vestita. La quota di iscrizione è di meno di un dollaro, che va alla comunità locale.

Gli sviluppatori, sostenuti da politici locali, sono stati a lungo a pensare all’intenzione di cogliere l’area intorno al lago per iniziare a costruire hotel a cinque stelle.

16

# 17. Darien Gap

La fitta giungla tra Panama e Colombia si chiama Darien Gap. E’ l’unica sezione delle Americhe toccata dalla strada Panamericana. Le strade che attraversano il Darien Gap sono state proposte per un cambiamento e sembra essere solo una questione di tempo prima che accada.

17

# 18. Parco Nazionale di Ujung Kulon, Indonesia

Questo parco nazionale è un santuario per il rinoceronte di Java. E’ situato accanto all’ Anak Krkatoa, uno dei vulcani più attivi del mondo. L’attuale popolazione del rinoceronte di Java, come era a febbraio 2014 di 58, è ora composta da 7 rinoceronti. Purtroppo gli animali più minacciati al mondo sono minacciati dai bracconieri, e vulnerabili ad attività vulcanica e tsunami.

18

# 19. Somalialand

Indipendenza della terra di Somalia fu dichiarata dalla Repubblica di Somalia nel 1991. Tuttavia, non è mai stata riconosciuta da una sola nazione sulla Terra. Proprio nel cuore della regione più caotica del mondo, Somalialand è uno Stato democratico. Anche se il suo riconoscimento sembra ancora lontano, la Coca Cola ha aperto un impianto di imbottigliamento di 17 milioni di dollari nel 2013.

19

# 20. Lago Nicaragua

Lago Nicaragua è l’unico posto che ha gli squali d’acqua dolce nel mondo. Nel giugno 2013, il governo ha dato la sua approvazione alla costruzione del Canale di Nicaragua. Questo progetto da 40 miliardi di dollari collegherà gli oceani Pacifico e Atlantico dalla bisettrice del paese. Questo causerà una tragica devastazione sia per il patrimonio naturale del paese che per le popolazioni indigene. Centinaia di villaggi dovranno essere evacuati e trasferiti. Il Nicaragua rischia di perdere un milione di ettari di foresta pluviale e zone umide.

20

Il nostro mondo sta cambiando molto più velocemente di quanto ci rendiamo conto. Tutti noi possiamo fare delle piccole differenze preservando il nostro ambiente e facendo la nostra parte: la pulizia, il risparmio energetico, il riciclaggio e il piantare più alberi.
E riconoscere quanto davvero sia vulnerabile il mondo e i suoi abitanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche