×

Lutto nel mondo delle Forze Armate: morto il maresciallo Renato Zeppa

Varazze è in lutto per la scomparsa del maresciallo dei carabinieri Renato Zeppa, morto all'età di 81 anni. Il cordoglio dell'ex sindaco: "Buon viaggio, amico".

morto maresciallo renato zeppa

L’Arma dei Carabinieri è in lutto per la scomparsa di Renato Zeppa, ex maresciallo di 81 anni morto dopo una lunga malattia a Varazze. Il cordoglio dell’ex sindaco del paese ligure: “Se n’è andato punto di di riferimento e uomo delle istituzioni”.

Varazze, morto l’ex maresciallo Renato Zeppa

Lutto nel mondo delle Forze Armate: è morto all’età di 81 anni l’ex maresciallo dei Carabinieri Renato Zeppa, dapprima comandante della stazione di Carcare e poi attivo a Varazze.

 Questo il ricordo del consigliere regionale ed ex sindaco di Varazze, Alessandro Bozzano, tramite la pagina del comune ligure: “L’intera amministrazione varazzina si unisce al cordoglio per la perdita del prof Giuseppe Albezzano.

Era uomo dalla grande intelligenza, messa al servizio della comunità attraverso il suo impegno civico. Varazze ha perso un suo eminente cittadino. Alla famiglia vanno le più sentite condoglianze“.

Morto maresciallo Renato Zeppa, il ricordo dell’ex sindaco

L’ex sindaco di Varazze era molto legato all’ex maresciallo, e ci ha tenuto a fare un ultimo saluto all’amico sul suo profilo Facebook con questo post: “Con te se ne è andato un punto sdi riferimento indiscutibile della nostra città. Per me anche un amico. Renato Zeppa era un grande uomo delle istituzioni. Una persona dalle doti umane impareggiabili, messe a disposizione della comunità. Sempre sensibile e disposto a lavorare alla ricerca della soluzione dei problemi.

Oggi è un giorno triste. La comunità varazzina ha perso un suo eminente esponente. Io ho perso un grande amico, Fai buon viaggio”.

Renato Zeppa, altro maresciallo morto in poche ore

La morte dell’ex maresciallo Renato Zeppa arriva a poche ore dalla scomparsa del maresciallo di Cosenza Antonio Carbone, morto in spiaggia dopo una lite con un bagnante.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri cosentini e dalle testimonianze raccolte, Carbone avrebbe avuto un litigio con un 28enne di Cosenza, già noto alle Forze dell’Ordine, e che ora è chiamato a rispondere alle accuse di lesioni e minacce al carabiniere.

Le forze dell’Ordine sono risalite al 28enne anche grazie alle immagini immortalate dalle telecamere di sicurezza che rimangono attive 24 ore su 24 nella zona e sulla spiaggia.

Come riportato dai testimoni, il maresciallo che prestava servizio in Piemonte sarebbe morto in seguito a una lite molto violenta con alcuni bagnati che aveva ripreso per aver gettato un mozzicone di sigaretta in mare.

Contents.media
Ultima ora