×

M5s, Azzolina decide di lasciare Conte per seguire Luigi Di Maio

L'ex ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ha deciso di lasciare Giuseppe Conte e il M5s per seguire Luigi Di Maio nella sua nuova formazione.

Lucia Azzolina

Lucia Azzolina, ex ministro dell’Istruzione, ha deciso di abbandonare il Movimento 5 Stelle e Giuseppe Conte, per seguire Luigi Di Maio nella sua nuova formazione, Insieme per il futuro. 

M5s, Azzolina decide di lasciare Conte per seguire Luigi Di Maio

Lucia Azzolina, deputata ed ex ministro dell’Istruzione, ha lasciato il Movimento 5 Stelle e ha seguito Di Maio in Insieme per il futuro. “Sono qui per dirvi che sto per uscire dal Movimento 5 stelle e firmerò nelle prossime ore per entrare nel nuovo gruppo guidato da Di Maio” ha annunciato, sottolineando che non è stata una decisione semplice. “Se guardassi alla convenienza personale non dovrei farlo, perché sono al primo mandato e ho anche restituito tutto.

Però vivo da tanti mesi un enorme disagio. È come un fidanzato che speri che possa cambiare, ma non cambia. Anzi peggiora” ha aggiunto. “Ho passato gli ultimi tre giorni a chiedere un cambiamento che non ci sarà. Ne ho avuto la conferma definitiva” ha aggiunto. 

Lucia Azzolina: “Il Movimento 5 stelle non esiste più”

Oggi mi chiedo cosa sia il Movimento 5 Stelle e non so rispondere. Il famoso nuovo corso, quello della maturità politica, non è mai iniziato.

Non siamo né carne né pesce” ha dichiarato Lucia Azzolina. “Dov’è la maturità politica se si fanno le scelte solo sulla base dei sondaggi? Dov’è la cura delle parole se ogni giorno si leggono e si sentono solo tweet e interviste al veleno? Dov’è la collegialità? Io sono una persona leale ma qui non si vuole la lealtà, si pretende la devozione e la fede cieca” ha aggiunto, spiegando che Giuseppe Conte è ostaggio dei suoi vicepresidenti e che si sarebbe aspettata più autocritica.

Tutto questo fa molto male pensando agli elettori, ma a loro dico con sincerità che il Movimento 5 stelle non esiste più. Anzi, vedrete che presto cambierà anche il simbolo. Andrò con 60 colleghi che hanno creduto nel nuovo corso, quello della maturità politica. E lo realizzeranno altrove” ha concluso. 

Contents.media
Ultima ora