×

M5S: Rousseau, 'da Crimi forzatura inaccettabile, contro regole e iscritti'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 18 mag. (Adnkronos) – Continuano a volare stracci tra il M5S e l'associazione Rousseau. Replica a muso duro l'associazione guidata da Davide Casaleggio, dopo il duro scambio di accuse andato in scena nella giornata di oggi. "In riferimento alle dichiarazioni del MoVimento 5 Stelle – si legge in una nota diramata in serata – si precisa che oggi pomeriggio si è verificata una imbarazzante “sceneggiata” messa in atto da parte dell’ex reggente Vito Crimi insieme al Tesoriere Claudio Cominardi che hanno inviato tre persone presso la sede dell’Associazione Rousseau per “requisire” i dati degli iscritti del MoVimento 5 Stelle".

"A suonare il campanello i tre emissari avranno trovato ad attenderli un ufficio vuoto dal momento che, come risaputo, i dipendenti di Rousseau sono in cassa integrazione a causa proprio di due decisioni di Vito Crimi – e di chi ha agito al suo fianco – ossia di sospendere il pagamento dei servizi che vengono erogati dall’Associazione Rousseau al MoVimento 5 Stelle e di non procedere neanche al pagamento del pregresso ed ingente debito che il MoVimento ha nei confronti dell’Associazione Rousseau".

"Questa immagine che, si muove tra l’assurdo e il ridicolo – attacca ancora l'associazione Rousseau – racconta plasticamente la gestione degli ultimi 15 mesi in cui ha agito il MoVimento 5 Stelle attraverso una guida non eletta democraticamente. Dare vita a un “blitz”, dalla sera alla mattina, per ottenere a forza la proprietà dei dati degli iscritti senza il loro consenso rappresenta per noi una forzatura inaccettabile da qualunque punto di vista tanto giuridico quanto etico".

Contents.media
Ultima ora