×

Madelein McCann, la procura ha formalmente identificato un sospettato: svolta nelle indagini

Il nome è sempre lo stesso: Christian Brueckner. Adesso però è formalmente sospettato per la scomparsa di Madelein McCann

Madelein McCann

Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Madelein McCann. La procura di Faro, in Portogallo, ha ufficialmente identificato il tedesco Christian Brueckner come sospettato.

Christian Brueckner è ufficialmente sospettato per la scomparsa di Madelein McCann

Mancava solo l’ufficialità che adesso è arrivata.

La procura portoghese non fa nomi, ma è palese che si tratti di Christian Brueckner, già incastrato dalla polizia tedesca che aveva trovato le prove che potrebbero associare il pedofilo alla scomparsa della bambina. Brueckner al momento è detenuto in Germania, nella prigione di Oldenburg, in seguito ad uno stupro avvenuto sempre in Portogallo nel 2005. Grazie a questa svolta nelle indagini, il caso relativo alla scomparsa di Madelein McCann non cadrà in prescrizione.

La polizia tedesca pensa che Madelein McCann sia morta

Madelein McCann, detta anche Maddie, è sparita nel 2007 mentre era in vacanza in Portogallo con la propria famiglia. Sono ormai 15 anni che non si hanno tracce della piccola. La polizia tedesca, dal mese di giugno del 2020, è ormai convinta che Maddie sia morta e quindi Brueckner, oltre ad essere sospettato per la sua scomparsa, potrebbe essere anche sospettato per l’eventuale omicidio di Madelein McCann.

Portogallo, Inghilterra e Germania indagano insieme

Come si apprende dall’Adnkronos, l’operazione è stata condotta congiuntamente dalla procura portoghese e dalle autorità britanniche e tedesche. Sebbene Brueckner non sia indagato, ma solo sospettato, il Portogallo potrà richiedere la sua estradizione. La polizia inglese, a differenza della polizia tedesca, sostiene che Madelein McCann sia ancora viva; infatti, non menziona mai l’ipotetico omicidio, ma solo la scomparsa.

Contents.media
Ultima ora