×

Madre e figlia impiccate a Messina, trovata lettera d’addio della donna

È stata rinvenuta anche una lunga lettera d'addio nella casa di campagna in provincia di Messina dove sono stati trovate madre e figlia impiccate.

madre figlia impiccate

Si aggiungono nuovi dettagli alla terribile vicenda di madre e figlia che sono state trovate impiccate nella loro casa di campagna in provincia di Messina. Nella notte è stato infatti ascoltato dagli inquirenti il marito della donna e padre della ragazza di 14 anni, al quale è stata indirizzata una lunga lettera d’addio scritta dalla moglie e rinvenuta accanto ai corpi senza vita nell’abitazione.

Al momento la pista più accreditata è quella dell’omicidio-suicidio, avvalorata anche da alcune frasi scritte dalla donna nella missiva, tra cui: “Porto via con me Alessandra”.

Madre e figlia impiccate a Messina, trovata lettera d’addio

Madre e figlia sono state trovate senza vita intorno alle ore 20 del 29 maggio proprio dal marito, che in seguito ha immediatamente avvisato le forze dell’ordine. Durante l’interrogato protrattosi per tutta la notte, l’uomo ha riferito di alcuni rapporti divenuti tesi nell’ultimo periodo, soprattutto con la moglie.

Tra la giornata di oggi e quella di lunedì la procura di Patti disporrà l’esame autoptico sulle due donne, al fine di stabilire con precisione l’ora del decesso e la dinamica di quest’ultimo.

Madre e figlia impiccate a Messina: le parole dei familiari

Gli inquirenti hanno poi interrogato oltre al marito anche alcuni familiari della donna, i quali hanno raccontato come negli ultimi mesi quest’ultima fosse diventata molto apprensiva.

I parenti hanno poi dichiarato che nella mattinata di sabato la donna avrebbe avuto un litigio proprio con il marito, anche se non è al momento chiaro se questo dettaglio possa aver poi portato alla decisione di togliersi la vita: “Negli ultimi mesi sembrava preoccupata per la figlia Alessandra. Aveva litigato anche con le mamme di diverse compagne di scuola della ragazza. Era molto apprensiva”. Secondo il procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo è ancora troppo presto per fare delle valutazioni e che sul caso si attende l’esito dell’esame medico legale.

Contents.media
Ultima ora