×

Madre suicida, bimba di 3 anni resta sola a casa per giorni

Secondo il procuratore, la donna aveva una dipendenza dall'alcol e un passato di violenza domestica. Lascia anche un secondo figlio.

Madre 28enne suicida in Galles
Madre 28enne suicida in Galles

Una bambina di 3 anni ha assistito al suicidio della madre ed è sopravvissuta in casa da sola, per giorni, mangiando solo pane e burro. È accaduto ad aprile, a Port Talbot, nel Galles meridionale. Il 7 aprile scorso Aimee Louise Evans, 28 anni, si è tolta la vita nella propria abitazione di Dalton Road. Nessuno si è accorto della sua scomparsa per 4 giorni. “Quando gli agenti sono intervenuti hanno trovato la piccola lì”, ha raccontato il procuratore Clive Morris durante l’udienza. “È stata portata in ospedale per essere controllata da un pediatra”. Aimee Louise aveva anche un secondo figlio, che però al momento del suicidio non si trovava in casa con lei. Il bambino era al sicuro a Bridgend, a casa del padre.

Madre 28enne suicida

Sembra che nei giorni precedenti la donna si sia comportata in modo inconsueto, lasciando intendere che potesse compiere un gesto disperato.

Pochi giorni prima aveva telefonato alla madre per chiederle di venire a prendere la bambina, perché stava “finendo tutto“. Ma la madre le ha risposto di “non essere sciocca” e non ha dato peso all’episodio. L’ultima volta che le due donne si sono incontrate è stato il 3 aprile. Il procuratore ha riferito che Aimee “aveva bevuto, ma non era ubriaca, e stava controllando il profilo di Facebook di un uomo che aveva conosciuto”.

Aimee e i figli in una foto dalla sua pagina commemorativa

La dipendenza dall’alcol

Contro la dipendenza dall’alcol Aimee combatteva da tempo. Secondo il procuratore, “beveva tutte le sere“. La donna aveva inoltre un passato di violenza domestica da parte dei suoi precedenti partner. Diversa la descrizione della Evans fornita dalla madre, la quale, secondo Morris, “ha detto che Aimee era stata sempre una persona felice ed estroversa che non mostrava segni di depressione. Ha detto che i suoi bambini sono sempre stati ben curati, puliti, in ordine”.

La pagina commemorativa

“Se sapesse quante persone hanno il cuore spezzato per la sua morte, sarebbe sopraffatta”, ha commentato Stacey Ansell, amica della vittima. In onore di Aimee è stata creata una pagina commemorativa su Facebook. Il social network è stato utilizzato anche per organizzare un evento durante il quale i suoi conoscenti hanno fatto volare palloncini e cantato le canzoni preferite della 28enne.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche