×

Picchiava i bimbi della scuola dell’infanzia: a giudizio la maestra sospesa

Maestra sospesa per maltrattamenti ai danni di bambini della scuola dell'infanzia. Accade nella provincia di Salerno, picchiava bimbi di tre e quattro anni.

maestra sospesa

Maestra sospesa per maltrattamenti ai danni dei bambini di una scuola dell’infanzia. Succede a Matierno nella provincia di Salerno. Una maestra di 47 anni è stata sospesa per gravi maltrattamenti noi confronti dei bambini. La donna già nell’aprile scorso era stata sospesa per due mesi, sempre con l’accusa di maltrattamenti. A lamentarsi furono questa volta alcuni genitori che deciseo di denunciarla alle autorità. La donna non è stata sospesa definitivamente finchè le telecamere non hanno rivelato quanto accadeva in quell’aula di scuola.

I maltrattamenti

Maestra sospesa per gravi maltrattamenti ai danni dei bambini. La donna lavorava in una scuola dell’infanzia in provincia di Salerno, nel paese di Matierno. Lì questa donna oltre ad “insegnare” si dilettava a fare altre attività.

Maltrattava bambini di soli tre e quattro anni. I poveri bambini venivano imbavagliati dalla maestra con un foulard nel tentativo di farli stare zitti. Ovviamente non è finita. La maestra, non contenta, li insultava, li picchiava e li costringeva a restare fermi ed immobili finchè lei stessa non avesse deciso che si sarebbero potuti muovere. Finalmente la maestra viene sospesa dalla scuola ed ora dovrà anche affrontare un processo.

Il processo

La donna di 47 anni ora è costretta a rispondere delle sue azioni. Il gup ha accolto la richiesta del titolare delle indagini cioè il pm Elena Guarino. La malvivente però non è la prima volta che agisce in questi termini. Infatti nell’aprile scorso la maestra fu sospesa dall’insegnamento sempre per gli stessi motivi.

A sospenderla fu il dirigente della San Tommaso D’Aquino, dopo le numerose segnalazioni e le denunce da parte dei genitori dei bambini maltrattati. Ad aprile però non funono sufficiente le denuncie, infatti per incastrare la maestra servivano delle telecamere che riprendessero le male azioni della 47 enne. Alcune telecamere infatti furono installate all’interno dell’aula grazie alla disposizione della procura di Salerno. Le immagini hanno confermato la crudeltà della donna e la veridicità delle accuse a lei rivolte. Il sostituto procuratore Guarino, grazie alle immagini, ha potuto accertare e verificare le denunce che i genitori avevano rivolto alla donna e in più la grande cruderltà con cui la donna agiva durante le sue punizioni. Incredibile pensare che a subire tutto ciò erano solo bambini di tre o quattro anni.

Altri casi

Non è la prima volta che si sente parlare di maestre o insegnanti che maltrattano i propri studenti .

Tra i tanti casi di maltrattamenti in particolare un caso abbastanza recente risalente a marzo racconta più o meno la stessa storia, purtroppo. La vicenda si svolge sempre all’interno di una scuola dell’infanzia. Nella scuola cominciano a girare cattive voci sul conto di una maestra che a quanto pare usa maltrattare e picchiare i bambini. Dopo numerose segnalazioni anche per lei viene installata una piccola telecamera. Questa permetterà agli incaricati dell’indagine ad accertare ed approfondire il caso. Le telecamere riprendono la donna che strattona violentemete per le braccia i bambini, li afferra per un braccio e li alza di peso, li trascina per i piedi lungo il pavimento e un altro poverino è stato trascinato dal cappuccio, gesto che lo feriva sul collo. I bambini che hanno subito questi maltrattamenti sono sette e hanno più o meno tutti cinque anni. La maestra ignara delle telecamere, ma conscia del fatto che la voce sul suo conto si stava spargendo, decide di mettersi in malattia ma ormai le telecamere avevano ripreso tutto.


Contatti:

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche