'Mamma ho mal di testa', la chiama nella notte e sviene. Muore bimbo di 5 anni - Notizie.it
‘Mamma ho mal di testa’, la chiama nella notte e sviene. Muore bimbo di 5 anni
Curiosità

‘Mamma ho mal di testa’, la chiama nella notte e sviene. Muore bimbo di 5 anni

muore
'Mamma ho mal di testa', la chiama nella notte e sviene. Muore bimbo di 5 anni

Una tragedia colpisce una famiglia in provincia di Udine. A causa di un banale mal di testa, un bimbo di 5 anni muore. Ecco la sua storia.

Il paese di Rivignano, in provincia di Udine, è in lutto per Massimo Gori, un bimbo di 5 anni morto improvvisamente. Il bimbo è morto per via di una emorragia cerebrale causata da un aneurisma. Fino alla giornata di sabato, il bimbo era in salute e stava bene. Nella notte, il bambino ha avuto un malore. In preda a forti mal di testa, ha chiamato la madre. In seguito, il bambino è svenuto perdendo i sensi. Il bambino è giunto all’ospedale di Udine, dove il cuore del piccolo ha smesso di battere nella giornata di lunedì 15 maggio.

18425432_1407744232618647_3048287164840449904_n

Questo è il disegno creato dall’OverbugLine per stringersi attorno alla famiglia e sostenerli in questa difficile e importante perdita. I genitori hanno immediatamente provveduto all‘espianto degli organi per aiutare altri bambini e fare in modo che non soffrano. Il gesto dei genitori, estremamente generoso, nonostante il lutto e la sofferenza della perdita, ha colpito tutti nel paese di Rivignano.

La storia triste di questo bambino, la perdita di questo bimbo, il lutto dei genitori ha sconvolto tutti quanti nel piccolo paese in provincia di Udine.

Il 6 giugno, la squadra di rugby, dove il piccolo giocava, gli dedicherà un tributo particolare, un torneo internazionale, in suo onore.

Nella giornata di domani ci saranno i funerali per salutare questo bimbo che sognava un futuro nel rugby, nell’OverbugLine, la sua squadra.

L’omaggio della sua squadra

Il bambino giocava nell’OverbugLine, una squadra di rugby. La squadra di rugby lo saluta con questo toccante messaggio:

Sei stato uno degli ultimi ad arrivare ma avevi capito perfettamente qual’e’ lo spirito del gioco del Rugby.
Stare con gli Amici, avanzare sempre, sostenere i compagni e placcare gli avversari. Sei stato uno dei punti di riferimento della tua Under 6.
La vita ha placcato te questa volta, ma non ti dimenticheremo mai.
Il tuo numero è parte integrante della Famiglia OBL.
Ciao Massimo

Massimo Gori era un bambino dagli occhi azzurri, i capelli biondi e dal viso sorridente. Un bambino molto amato, non solo dalla famiglia, ma anche dagli amici e dai compagni di rugby, dove sperava di potersi affermare in questo sport.

2443118_0858_massimo_gori

L’aneurisma

Cerchiamo di capire qualcosa in più di questa patologia che colpisce sempre più persone, anche bambini, come appunto Massimo Gori.

L’aneurisma è una protuberanza molto simile a una sacca di un vaso del cervello. Il suo aspetto è molto simile a una bacca attaccata a un ramo. La rottura dell’aneurisma porta all‘emorragia cerebrale, come nel caso di Massimo, che ha portato alla sua morte.

Vi sono vari tipi di aneurisma:

  • quelli sacculari: assomigliano a bacche o palloncini;
  • meno comuni rispetto ai precedenti. In questi aneurismi, si assiste a un rigonfiamento del vaso.

I fattori di rischio possono essere di vario tipo e sono i seguenti :

  • obesità e sovrappeso
  • pressione sanguigna elevata
  • fumo
  • droghe, come la cocaina
  • trauma cerebrale
  • consumo eccessivo di alcool
  • infezioni del sangue

I sintomi che possono comparire in seguito alla rottura dell’aneurisma sono:

  • il mal di testa, il sintomo maggiormente noto
  • la nausea e il vomito
  • visione doppia e annebbiata
  • epilessia
  • difficoltà a muovere alcuni muscoli facciali

Sono tutti sintomi che possono far pensare a un aneurisma.

Prestate particolare attenzione a questi sintomi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche