×

Mamma si laurea all’ospedale Santobono di Napoli per restare vicina al figlioletto ricoverato

Mamma si laurea all’ospedale Santobono di Napoli per stare vicina al figlio ricoverato e coronare il suo percorso accademico in Scienze dell'Educazione

Uno scatto esterno del Santobono

Una mamma si laurea all’ospedale Santobono di Napoli per restare vicina al figlio ricoverato, la ragazza ha fatto questa scelta d’amore per non lasciare da solo il suo piccolo di poco più di un anno di vita. E più bella di così questa storia non potevamo metterla.

Anche perché la sottigliezza non è sfuggita a nessuno: la giovane dottoressa che ha voluto mettere il suo ruolo di madre prima ancora della pergamena accademica si è laureata in Scienze dell’Educazione, e non esiste atto più pedagogico del suo che ha voluto stare accanto a suo figlio con tutte le difficoltà che conseguivano da quella scelta logisticamente così difficile. 

Mamma si laurea all’ospedale per stare con il suo piccolo

Perché? Perché in epoca di pandemia un ospedale non è certo luogo dove raccogliere i pensieri e sciorinare argomenti con lucidità, perché per lo stesso motivo non è luogo dove possano giungere affetti, pur contingentati di numero, a dare conforto e soddisfazione. E nel caso del Santobono che è a vocazione pediatrica anche i gesti di affetto sono più sconsigliati che mai. Poi perché certi momenti dovrebbero avere una ufficialità a suggello degli sforzi fatti che in un certo senso “ripaghino” delle ore dedicate allo studio.

Però all’ospedale Santobono, per la 23enne Valeria di Bacoli, c’era qualcosa di più, qualcosa di meglio: c’era suo figlio. 

Valeria, lo studio e il mestiere di mamma

Il piccolo, di poco più di un anno di vita, è ricoverato in uno dei padiglioni del nosocomio napoletano dedicato alle cure dei bambini. Non si poteva fare altrimenti è così è stato fatto. Valeria si i si è laureata in reparto, per stare vicina a suo figlio. Ovviamente alla cerimonia non hanno potuto partecipare tutti i familiari, viste le restrizioni stringenti dovute al covid. Ma la soddisfazione è stata immensa, anzi, duplice. Cose meravigliose che coinvolgono figli e, come accaduto anche in Puglia, sorelle. Una soddisfazione che ha contagiato anche il vulcanico sindaco della cittadina di Bacoli, nell’aera metropolitana di Napoli, da cui Valeria proviene.  

L’orgoglio del sindaco di Bacoli

Josi Gerardo della Ragione, che è anch’egli un giovane e conosce il valore del dinamismo emergenziale, si è espresso in questi termini: “È una testimonianza di passione, amore, tenacia che merita il plauso di tutta la città. Siamo orgogliosi di Valeria, e della sua laurea in Scienze dell’Educazione. Siamo orgogliosi di una mamma modello, di una giovane esemplare, di una studentessa tanto capace”. E dire che stavolta la tanto inflazionata sui social “università delle vita” ha sfornato una dottoressa prima ancora di quella di Napoli non appare affatto un’esagerazione.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora