Mangia sushi e contrae infezione batterica: amputata la mano
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Mangia sushi e contrae infezione batterica: amputata la mano
Esteri

Mangia sushi e contrae infezione batterica: amputata la mano

sushi

Una cena a base di sushi si è trasformata in un incubo per un 71enne sudcoreano. Dopo aver mangiato pesce crudo, la sua mano ha iniziato a gonfiarsi.

Il consumo di pesce crudo, come il sushi ma anche ostriche e crostacei, può causare un’infezione batterica chiamata vibriosi. Un 71enne sudcoreano è stato costretto all’amputazione di una mano, dopo che le ulcere gli avevano praticamente divorato l’arto, tra atroci sofferenze e febbre alta. Negli USA circa 80mila persone l’anno vengono contagiate dalla vibriosi, ma sono pochi i casi con complicazioni gravi come queste.

Sushi causa vibriosi

Una cena ad un ristorante giapponese si è trasformato in un caso scuola, pubblicato sul New England Journal of Medicine. Il paziente protagonista (suo malgrado) è un uomo sudcoreano di 71 anni che pensava solo di andare a mangiare un buon piatto di sushi nel suo ristorante preferito. Qualche alimento però probabilmente aveva una carica batterica troppo alta. Circa dodici ore dopo il pasto, infatti, l’uomo ha cominciato a vedere la sua mano gonfiarsi e a presentare grossi lividi. Nel contempo, gli è salita la febbre alta ed il dolore è diventato insopportabile.

Il 71enne è quindi corso all’ospedale della città di Jeonju, a circa 118 miglia a sud di Seoul, dove però i medici si sono limitati a rimuovere e pulire il tessuto infetto e a prescrivergli degli antibiotici.

La cura non solo non ha avuto effetto ma ha peggiorato la situazione. In poco tempo le ulcere si sono ingigantite raggiungendo le dimensioni di una pallina da golf, divorando letteralmente la mano e parte dell’avambraccio.

Tornato in ospedale, l’uomo è stato sottoposto ad una serie di analisi e si è scoperto quindi che aveva contratto una vibriosi, ovvero una infezione batterica causata dal consumo di pesce crudo (comprese ostriche e crostacei). Negli Stati Uniti la vibriosi colpisce ogni anno circa 80mila persone, un caso ogni quattromila abitanti. Di norma l’infezione non causa particolari complicazioni ma il 71enne era affetto anche da diabete di tipo 2, ipertensione e problemi ai reni. Per evitare che i batteri si moltiplicassero nel resto del corpo, i medici hanno quindi deciso di amputare la mano al paziente.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche