×

Manifestazioni in tutta Italia contro l’obbligo del Green pass

Nelle città di tutta Italia si stanno svolgendo manifestazioni contro l'obbligo del Green pass. Le persone sono scese in piazza al grido di "Libertà".

Manifestazione

Nelle città di tutta Italia si stanno svolgendo manifestazioni contro l’obbligo del Green pass. Le persone sono scese in piazza al grido di “Libertà”. L’approvazione del Green pass per accedere a diverse attività non è piaciuta a tutti. 

Manifestazioni contro Green pass: Milano e Roma

No al Green pass” e “Libertà” sono i cori più gettonati di queste manifestazioni contro il Green pass. Si stanno svolgendo in moltissime città italiane, per contestare la decisione del governo di rendere obbligatoria la certificazione verde. A Milano le persone si sono radunate in piazza Fontana e hanno iniziato a sfilare verso piazza Duomo. All’inizio ci sono stati momenti di tensione tra i manifestanti e i giornalisti. Il corteo è partito con lo striscione con la scritta “Fuori i Big Pharma dallo Stato” e ha attraversato piazza Duomo e Galleria Vittorio Emanuele, per poi fermarsi davanti alla sede del Comune in Piazza Scala, dove i manifestanti si sono lasciati andare ad insulti contro Mario Draghi.

Presenti anche cartelli con svastiche e stelle di David, con scritte come “non vaccinati = ebrei“. 

A Roma la folla si è radunata in piazza del Popolo, sventolando una grande bandiera tricolore. L’iniziativa è stata lanciata dal “Movimento nazionale no Green pass” e ha visto la partecipazione anche di diversi militanti di Forza Nuova. “Oggi ci chiamano ancora complottisti. Siamo passati dai lockdown alle mascherine obbligatorie, ora sono arrivati a questo scempio.

In questo momento non potrei essere qui, sono sotto regime di sorveglianza speciale, ma non potevo non esserci. Oggi siamo migliaia e migliaia a rischiare di più di una sorveglianza speciale. Si sta vivendo una apartheid sanitaria. Invitiamo tutti a innalzare una sola grande bandiera il tricolore della libertà” ha dichiarato Giuliano Castellino di Forza Nuova. “È una piazza libera, senza colori” hanno precisato i manifestanti. 

Manifestazioni contro Green pass: Firenze e Torino

Anche i fiorentini sono scesi in piazza. Centinaia di persone si sono radunate in piazza della Signoria, al grido di “Libertà“. “Green pass? No grazie. Sul mio corpo decido io” si leggeva in un cartello. “Per una democrazia vera! Che non fomenti l’odio, che rispetti il dissenso” è stato scritto su un altro striscione. 

A Torino un migliaio di persone si sono radunate in Piazza Castello per la manifestazione. La folla si è radunata davanti al palazzo della Regione Piemonte e non sono mancati gli insulti al premier Mario Draghi e al virologo Roberto Burioni, che spesso pubblica tweet molto pesanti contro le persone contrarie al vaccino. Tra cartelli, striscioni e urla, le persone hanno cercato di far valere la loro posizione, chiedendo la possibilità di scegliere e di non ledere la loro libertà. 

Manifestazioni contro Green pass: Napoli e Genova

A Napoli centinaia di persone hanno aderito alla manifestazione contro il green pass. Si sono tutti radunati in piazza Dante, nel centro storico della città. La folla è stata ben felice dell’arrivo del premio Nobel Luc Montagnier, che è stato accolto con un lungo applauso. L’esperto ha sempre manifestato le sue posizioni critiche su queste strategie di vaccinazione e ha voluto essere presente a questa manifestazione per confermare ulteriormente il suo pensiero. 

 A Genova le persone si sono radunate in piazza De Ferrari, per la manifestazione contro il Green pass che si sta tenendo in più di trenta città italiane e anche in tante città nel mondo. “Il pass non passa. No alla dittatura, si alla libertà” si legge in qualche cartello. Inizialmente le persone erano poco più di 500, ma in pochi minuti hanno superato il migliaio di persone. Il corteo ha deciso di spostarsi verso via Venti Settembre, al grido di “I bambini non si toccano“. La folla ha urlato anche contro le finestre del palazzo della Regione, chiedendo le dimissioni del presidente Giovanni Toti

Contents.media
Ultima ora