Manovra economica e lotta all'evasione: da dove arrivano quei numeri? | Notizie.it
Manovra economica e lotta all'evasione: da dove arrivano quei numeri?
Economia

Manovra economica e lotta all'evasione: da dove arrivano quei numeri?

La manovra economica si è fatta baluardo dell'evasione fiscale, ma sarà vero?

Lotta all'evasione fiscale

Come sappiamo la manovra che dovrebbe rimettere in setso i conti pubblici del nostro paese è conenuta nel decreto legge n.78, un numero forse progfetico, soprattutto stando alle cifre del Governo per quanto concerne la lotta all’evasione fiscale, ovvero proprio la “materia” che è diventata lo slogan del Governo Berlusconi.
Ad una prima attenta analisi dei provvedimenti emerge subito che l’altro capo-saldo di questo Governo, ovvero non mettere le mani in tasca agli italiani, è venuto meno, cosa che comunque sie era già sospettata all’epoca dello scudo fiscale. Sono circa 28 le norme contenute nella manovra che vanno sotto la dicitura di “lotta all’evasione fiscale e contributiva”, sebbene solo una parte di queste riguardino effettivamente la lotta all’evasione, Il resto poi è anche peggio, non solo perchè sono stati riesumati alcuni provvedimenti dei Visco(quando se ne erano dette di tutti i colori sul Governo Prodi), ma si reintroducono delle norme che di fatto ci fanno fare un bel passo indietro.
Cosa dire del fatto che dopo l’abolizione del registro dei clienti e dei fornitori si introduce adesso un obbligo, seppur parziale, di comunicazione elttronica delle fatture, oppure del tetto massimo ai pagamenti in contanti o dell’inserimento di norme specifiche su determinati “soggetti”(ad esempio le imprese in perdita) sulle quali in passato già si era concentrata l’attenzione?
Norme che fanno venire dei dubbi sull’effettiva solidità di questa manovra, soprattutto se sic onsidera il fatto che ben 18 delle 28 norme sono considerate dal Governo come strumenti capaci di garantire all’erario un maggior gettito fiscale che dovrebbe raggiungere i 5,3 miliardi nel 2011 e superare addirittura i 20,3 miliardi nell’intero triennio 2010-2013, quasi 7mld l’anno, quindi.
E le chiavi di questo straordinario successo sarebbero 7.
1)REDDITOMETRO: Con questo messo il Governo prevede di recuperare circa 741 milioni di euro.

La norma non è molto chiara ma il Governo lascia intuire che il nuovo redditometro sarà una copia del vecchio che gli esperti del Nens hanno etichettato come “rozzo” e questo “perché basato su indici di capacità contributiva vecchi, inaffidabile, perché le basi-dati risultano non automatizzate e molto rischioso“.
Ci si chiede quindi quale efficacia avrà il redditometro, visto che il suo “sucesso” finisce con il dipendere da quelle spese che verranno considerate utili all’accertamento del reddito. Un paradosso per una norma che considera inutile l’attuale strumento ma che in pratica finisce con il rinviare al futuro la sua nuova definizione.
2)FATTURAZIONE TELEMATICA: Altro strumento al quale viene attribuito un ruolo centrale nella lotta all’evasione è la fatturazione telematica, una norma che a conti fatti finisce solo con l’introdurre dei nuovi aggravi per le aziende. E pensare che solo due anni fa era stato abolito in nome della semplificazione
il “registro telematico dei rapporti con i clienti e fornitori”. Ora invece chiunque effettuerà unoperazione rivelante ai fini IVAper un importo superiore a 3mila euro dovrà darne comunicazione telematica all’Agenzia, sebbene il Governo non abbia ancora specificato tempi e modalità nè come questi dati verranno elaborati dall’Agenzia delle Entrate.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Burberry Cofanetto Regalo Profumo Burberry Weekend For Men + All Over Shampoo
39.5 €
Compra ora