Manovra finanziaria 2010: ancora giallo sulle Province | Notizie.it
Manovra finanziaria 2010: ancora giallo sulle Province
Economia

Manovra finanziaria 2010: ancora giallo sulle Province

Non ancora chiarito il punto che riguarderebbe l'abolizione delle mini-provincie

Il Ministero dell'Economia
Il Ministero dell'Economia

E’ previsto un termine di quattro mesi per la totale soppressione delle mini-province, vale a dire di quelle con meno di 220mila abitanti, soppressione alla quale farà seguito la riorganizzazione del territorio con la definizione delle nuove circoscrizioni. Questo è quanto emerge dal testo definitivo del decreto legge della manovra, precisamente l’articolo 5 che chiarisce “sono soppresse le province la cui popolazione residente risulti, sulla base delle rilevazioni dell’Istat al 1 gennaio 2009, inferiore a 220 mila abitanti”.
La norma prevede per i Comuni di decidere entro 60 giorni la provincia alla quale desiderano appartenere, mentre prescrive il termine di 120 giorni prima che il Presidente del Consiglio arrivi alla determinazione delle circoscrizioni provinciali tramite decreto. Infine sarà di 2 mesi il termine per il trasferimento di tutte le risorse e i beni delle province sopresse.
Tutto chiaro quindi?
Pare di no, visto che questa mattina il presidente dell’Unione delle Province d’Italia(Upi), Giuseppe Castiglione, ha dichiarato che la manovra non prevede alcuna norma che sancisca l’abolizione delle Province e che l’assicurazione gli è stata data sia da Silvio Berlusconi che dal sottosegretario Enrico Letta.

Una dichiarazione confermata poi nel tardo pomeriggio dallo stesso Berlusconi nel corso della conferenza stampa tenuta a Parigi in occasione del vertice dell’Osce.
Insomma il giallo resta e l’inquietudine sale visto che non si gha chiarezza su un prveddimento che, se venisse attuato, porterebbe molte modifiche che sarebbe bene conoscere.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche