Manovra finanziaria: è scontro tra Governo e Comuni - Notizie.it
Manovra finanziaria: è scontro tra Governo e Comuni
Economia

Manovra finanziaria: è scontro tra Governo e Comuni

Continua la battaglia tra Governo e Ebti locali sui tagli previsti dalla manovra finanziaria

Il Ministro dell'Economia, Giulio Tremonti

Si fa sempre più duro lo scontro tra il Governo e le Regioni per quanto concerne i tagli previsti dalla manovra economca. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, rimane fermo sulle sue posizioni, ribadendo che il Governo ha già dato e che adesso spetta a Regioni e Comuni sopportare il peso della Finanziaria.

Ma gli Enti locali non ci stanno e annunciano una mobilitazione tesa a fare chiarezza sull’incidenza che i tagli avranno sui servizi offerti ai cittadini. Ma Tremonti non pare aver intenzione di mollare:

“Fino ad ora alle Regioni è stato dato, se si fermano un giro non è che succede niente. Vi sembra civile un Paese che dà un punto di Pil a metà dei Comuni in base a criteri che nessuno conosce? Il ministero dell’Interno assegna a 4600 Comuni 16 miliardi in base a criteri stratificati, amministrati da tre funzionari. La manovra è stata una specie di Illuminismo sui dati: sapevo che c’erano i trasferimenti, avevo idea degli importi, non del meccanismo“.

I Comuni hanno immediatamente replicato alle parole del Ministro per bocca di Vasci Errani, presidente della Conferenza delle Regioni:

Spiegheremo, dati alla mano, quali saranno le conseguenze della manovra”, ha annunciato, precisando che martedì stesso partiranno anche gli incontri con le parti sociali.

Le Regioni contestano la quota dei tagli che sono chiamate ad effettuare (4,5 miliardi già nel 2011), rivendicano la virtuosità dei loro bilanci, fanno notare l’enormità dei sacrifici chiesti e ritengono che ciascuna istituzione, Stato centrale in primis, debba fare la sua parte: “Nessuno mette in dubbio la fase difficile attraversata dal Paese, ma la manovra non è equa ed è inaccettabile”.

Tutti d’accordo i governatori a prescindere dal colore politico, tranne la Lega che per il momento non ha ancotra preso una posizione precisa limitandosi a sottolineare che bisognerebbe ricompensare gli Enti più virtuosi.

Per quanto concerne invece i Comuni a rispindere a Tremonti ci ha pensato il Presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino, che ha voluto precisare:

Tremonti non è stato sufficientemente informato o forse ha voluto accattivarsi l’auditorio, fatto sta che ha citato dati sbagliati”. “I trasferimenti cui fa riferimento vengono erogati a tutti gli oltre 6.700 Comuni delle 15 regioni a statuto ordinario e comprendono i rimborsi dell’Ici per la prima casa (tre miliardi); trasferimenti di natura corrente comprendenti tributi ordinari e fondi perequativi (11,5 miliardi); infine trasferimenti per il finanziamento di progetti in conto capitale (circa 1,4 miliardi)”.

“Questi 16 miliardi – ha chiarito – comprendono fondi previsti dalle leggi statali predisposte quasi per intero dallo stesso ministero dell’Economia. Sono pronto a confrontarmi con Tremonti su questi temi in qualsiasi sede pubblica”.

© Riproduzione riservata

1 Trackback & Pingback

  1. ZicZac.it, clicca qui e vota questo articolo!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche