×

Manovra Fiscale, lungo faccia a faccia tra Conte e Draghi: possibile apertura sul Superbonus

Sul tavolo dell'incontro tra Conte e Draghi è stata messa molta carne al fuoco. Diversi i temi trattati a cominciare dal Superbonus.

Manovra incontro Conte Draghi

L’ex premier Giuseppe Conte e l’attuale presidente del consiglio Mario Draghi hanno avuto nella mattinata di lunedì 13 dicembre 2021 un lungo faccia a faccia, un incontro durante il quale la carne messa sul fuoco è stata davvero tanta a cominciare dal Superbonus, uno dei principali nodi della manovra di questi ultimi giorni.

In particolare, stando a quanto appreso, anche nel corso del 2022 potrebbe cadere il limite dell’ISEE per ciò che riguarda le villette unifamiliari. Lo stato di avanzamento, ad ogni modo dovrebbe essere pari o superiore al 30%.

Manovra incontro Conte Draghi, prorogate agevolazioni su tassa per tavolini bar e ristoranti

Altro punto al centro dell’incontro tra il premier Draghi e il capo politico del Movimento 5 Stelle è stato la proroga delle agevolazioni destinate ai titolari di bar e ristoranti per ciò che riguarda la tosap ossia la tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.

Un’imposta questa che, se dovesse effettivamente essere prorogata, potrebbe almeno per un altro po’ di tempo alleviare il difficile momento economico che stanno affrontando i ristoratori da quasi due anni a questa parte.

Manovra incontro Conte Draghi, maggiore flessibilità sul tema scuola

Durante l’incontro tra Conte e Draghi c’è stato spazio anche per la questione della scuola, per la quale è stata chiesta maggiore flessibilità, in particolar modo laddove le famiglie debbano far fronte alla didattica a distanza dei figli: “Ho rappresentato l’importanza di erogare aiuti per le famiglie che hanno figli a casa, in dad.

Anche smartworking più flessibile in questi casi”, ha affermato a tale proposito.

Manovra incontro Conte Draghi, “Necessario pervenire a proroga stato di emergenza”

Non meno importante infine la questione dello stato di emergenza per la quale – precisa Conte – potrebbe essere necessaria una proroga: “Il Movimento 5 stelle si rimette sempre, come ha sempre fatto, alla valutazione degli esperti e del Cts ma è chiaro che rispetto alla curva epidemiologica e a una variante che appare molto contagiosa ci sembra necessario pervenire a una proroga”, ha spiegato.

Contents.media
Ultima ora