Mantova, 15enne si suicida per i brutti voti
Mantova, 15enne si suicida per i brutti voti
Cronaca

Mantova, 15enne si suicida per i brutti voti

scuola

A Mantova, un 15enne si suicida buttandosi dal quarto piano del suo palazzo. Sarebbe stato indotto all'atto estremo dai brutti voti scolastici.

Tragedia a Mantova, dove un 15enne si è gettato dal quarto piano del suo palazzo per i brutti voti presi a scuola. L’ultimo messaggio del suicida ai genitori: “Scusatemi per non essere stato all’altezza”.

15enne si suicida per i brutti voti

La tragica vicenda è accaduta a Mantova nel pomeriggio del 19 aprile 2018. Il protagonista è un ragazzo di 15 anni che, dopo avere lasciato un agghiacciante messaggio ai genitori, si è buttato dal quarto piano della palazzina in cui abitava nel centro della città. L’adolescente, figlio di genitori ben conosciuti a Mantova, ha compiuto l’atto estremo mentre era a casa da solo. Il biglietto abbandonato sul tavolo della cucina recitava: “Scusatemi per non essere stato all’altezza”. Il messaggio fa probabilmente riferimento all’andamento scolastico del ragazzo, che, specie negli ultimi tempi, lasciava un po’ a desiderare. Il giovane, iscritto al secondo anno di un liceo cittadino, aveva di recente ricevuto un brutto voto che potrebbe aver rappresentato la goccia che ha fatto traboccare il vaso, inducendo il ragazzo al suicidio.

Il giovane si è schiantato sul terreno dopo un volo di 12 metri.

Nonostante il tempestivo intervento del 118, il ragazzo è morto poco dopo essere arrivato all’Ospedale Carlo Poma di Mantova.

Precedenti

Parlando del caso di Mantova, i media non hanno potuto fare a mano di ricordare il fatto accaduto poco tempo prima a Napoli, dove una ragazza si era tolta la vita il giorno in cui aveva detto ai genitori che si sarebbe laureata. La giovane aveva lasciato l’aula delle lauree per recarsi sul tetto dell’edificio accademico, dal quale si sarebbe gettata. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, la ragazza, originaria del Molise, si sarebbe suicidata per il senso di vergogna provata per non avere superato tutti gli esami pianificati e non essere perciò riuscita a laurearsi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche