×

Manuel Di Nicola, trovato morto in un canale: spariti i soldi del figlio

Manuel Di Nicola è stato trovato morto in un canale, ma non ci sono segni di annegamento. Sono spariti i soldi dei regali di battesimo del figlio.

Manuel Di Nicola

Manuel Di Nicola, papà di 33 anni di San Benedetto dei Marsi, è stato trovato morto una settimana dopo la sua scomparsa in uno dei canali di irrigazione della piana del Fucino, a un chilometro di distanza da dove è stata trovata la sua auto.

Non ci sono, però, segni di annegamento. 

Morte Manuel Di Nicola

Verrà effettuata una nuova autopsia sul corpo di Manuel Di Nicola, per confermare o smentire il fatto che non sono presenti segnali di annegamento. Se questo fosse vero, il mistero sulla morte dell’uomo avrebbe altri risvolti. Il 33enne è scomparso a distanza di poche ore dalla festa di battesimo del figlio di soli 9 mesi, dopo aver preso tutti i soldi dei regali dei parenti e aver pagato il catering.

L’uomo si è allontanato con 700 euro in tasca, che non sono mai stati trovati. Intorno a questo particolare, riportato dai parenti, ruotano tutti i dubbi di questa indagine. Dei 700 euro che aveva l’uomo ne sono stati trovati solo 5, ma per il momento non è chiaro se sono stati spesi, consegnati a qualcuno oppure rubati. Potrebbe esserci un legame con la morte di Manuel e per questo si fa strada l’ipotesi di un omicidio, di un incontro finito male. I risultati degli esami chimico-tossicologici saranno fondamentali per capire se l’uomo era in stato di alterazione da alcol o stupefacenti, magari al punto di non riuscire a respirare o ad ingoiare acqua al momento della caduta.

Saranno decisive anche le perizie che dovranno stabilire se i segni sull’addome e sulla zona lombare della schiena sono compatibili con una caduta oppure con una colluttazione. Dall’esame delle tracce prelevate sul corpo si potrà anche capire se è presente il Dna di altre persone. Ma per quale motivo Di Nicola si è recato in campagna al buio? Aveva un appuntamento con qualcuno o è stato portato lì con la forza?

Le domande e i dubbi sono tantissimi. C’è anche l’ipotesi, anche se meno probabile, che sia stato trasportato lì già morto. Un mistero difficile da risolvere. I carabinieri del Ris stanno indagando sulla Punto bianca di proprietà del suocero, con cui Di Nicola si è allontanato quella sera, dicendo alla moglie che andava a fare una doccia a casa. Il fascicolo aperto dalla Procura di Avezzano è per omicidio colposo contro ignoti. Il pm Maurizio Maria Cerrato coordina le indagini dei carabinieri della Compagnia di Avezzano al comando di Luigi Strianese. Stanno lavorando sulla ricostruzione degli ultimi contatti, sui tabulati telefonici, anche se tra i dettagli misteriosi c’è proprio il fatto che il giovane si è allontanato senza il cellulare e con abiti molto leggeri. Secondo le tesimonianze, domenica 7 marzo Manuel ha pranzato con moglie e figlio a casa dei suoceri per festeggiare il battesimo. Ha ricevuto in dono i soldi e con una parte di questi ha pagato il conto del cibo. Intorno alle 20.30 si è misteriosamente allontanato. Le ricerche sono partite martedì, quando la moglie ha denunciato la scomparsa. Il ritardo della denuncia è dovuto al fatto che non è la prima volta che l’uomo si allontana temporaneamente. L’auto è stata trovata dopo due giorni in campagna, con le chiavi inserite e le ruote sporche di fango. Si è pensato che l’uomo si fosse incamminato a piedi e poi fosse caduto nel canale a causa del buio, ma i familiari, assistiti dall’avvocato Roberto Verdecchia, hanno contestato questa ricostruzione. 

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora