×

Marco Natali in piazza contro i no vax: “Mio padre è morto di Covid, il vaccino lo avrebbe salvato”

Marco Natali in piazza contro i no vax: “Il 18 marzo dell’anno scorso mio padre, che era un medico, è morto di Covid e il vaccino lo avrebbe salvato”

Marco Natali mentre parla ai No vax

In piazza contro i no vax per dire ai no vax quello che molti no vax in cuor loro già sanno, ci è sceso Marco Natali a dire che suo padre è morto di Covid e che il vaccino lo avrebbe salvato.

Per un medico che scende in piazza al fianco di negazionisti e no pass c’è il figlio di un medico che in faccia a quei tizi dice le cose come stanno e lo dice portando la sua tragica esperienza personale, senza paura e senza acredine, con la serenità del testimone diretto. “Mio padre medico morto di Covid, dovevo parlare”. 

Marco Natali in piazza contro i no vax che protestavano contro il Green Pass

E proprio con queste precise parole Marco Natali, il ragazzo di vent’anni che sabato in piazza a Lodi ha affrontato i No Vax, ha spiegato la sua posizione e la decisione di andarla a spiattellare in mezzo a gente che l’altro giorno ha aggredito un giornalista di Fanpage come se fosse un delinquente. A raccontare la storia di Marco il quotidiano locale Il Cittadini di Lodi. Natale era in giro con la ragazza, che aveva accompagnato in un negozio.

Non sapeva nulla del corteo che, come in molte altre città italiane, si stava snodando lungo le strade cittadine per protestare contro l’istituzione del Green Pass. 

Marco Natali in piazza contro i no vax, che per un attimo credono sia uno di loro

Quindi il giovane si è trovato faccia a faccia con i manifestanti e, quando li ha visto, ha detto la sua, l’ha detta forte e chiara, l’ha detta bene.

E il solito clima equivocheggiante e spocchioso di quelle piazza che credono di aver la ragione schierata con loro aveva fatto credere ai manifestanti che Marco fosse uno di loro e che stesse dicendo cose a loro grate. Nulla di tutto ciò, pur contestato, Marco non ha avuto remore: “No, non applaudite, non la penso come voi. Il 18 marzo dell’anno scorso mio padre, che era un medico, è morto di Covid”. 

In piazza contro i no vax Marco Natali ricorda il padre Marcello, una delle prime vittime del covid

E ancora: L’11 marzo ho ricevuto un suo messaggio che diceva che non respirava, e dopo pochi giorni ci ha lasciato. Se ci fosse stato il vaccino probabilmente lui sarebbe ancora qua”. Ma chi era il padre di Marco? Era Marcello Natali, medico di Caselle Landi e di Codogno, ex segretario lodigiano della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale. Il camice bianco era stato fra i primi in Italia a morire di covid il 18 marzo 2020, a soli 57 anni. 

Marco Natali il piazza contro i no vax: “Ognuno faccia ciò che vuole, ma senza superare il limite”

Marco ha chiosato nel suo intervento: “Sono dell’idea che ognuno può fare quello che gli pare, ma se dici una cosa del genere in mezzo a una piazza stai superando il limite, perché la tua libertà finisce dove inizia la mia, e si può essere contro il Green Pass, ma una cosa del genere non si può dire”. 

Contents.media
Ultima ora