×

Mariano Cannio, chi è il domestico indagato nel caso del bambino caduto dal balcone a Napoli

38 anni, solo, impegnato a fare pulizie e lavoretti in casa nel quartiere in cui viveva anche il piccolo Samuele: chi è Mariano Cannio.

chi è Mariano Cannio

Per la scomparsa del piccolo Samuele, il bimbo morto a Napoli dopo essere precipitato dal balcone della sua casa al terzo piano, è stato arrestato un uomo di 38 anni: chi è Mariano Cannio, il collaboratore domestico indagato per la tragica morte del bambino.

Chi è Mariano Cannio

Una vita fatta più di assenza che di presenze, un’infanzia tappezzata da episodi di violenza, con il padre finito in carcere. Anni spesi per riscattarsi, ma impiegati principalmente in piccole mansioni domestiche, organizzando un calendario fittissimo di appuntamenti tra le case degli abitanti del quartiere, dove puliva e faceva diversi lavoretti.

Era solo e forse insoddisfatto della sua vita Mariano Cannio, il principale indagato per la morte del piccolo Samuele.

Il collaboratore domestico è accusato di aver gettato dal balcone il bambino, che non è sopravvissuto al violento impatto.

Chi è Mariano Cannio, indagato per la morte di Samuele

Mariano Cannio frequentava da tempo la casa della nonna di Samuele, ma anche molte altre della zona. Erano tante le famiglie che per diverso tempo si sono fidate di lui, affidandogli lavori e pulizie domestiche. Lo stesso aveva fatto la mamma della piccola vittima, ormai prossima al parto, che da un mese aveva chiesto un aiuto al 38enne.

Un uomo dal passato misterioso, che pare fosse in cura psichiatrica. Tra i parenti Mariano Cannio ha diversi artisti. Il bisnonno, Enrico Cannio, è autore della musica di “ ‘O surdato nnammurato” e la prozia Anna fu attrice teatrale che recitò nella compagnia di Eduardo de Filippo. Il padre Carmine, accusato di appartenere al clan Giuliano, in carcere è diventato uno stimato scultore specializzato in opere di tufo, tanto da essere considerato punto di riferimento per gli studenti dell’Accademia di Belle Arti.

Chi è Mariano Cannio, indagato per la morte di Samuele: resta il giallo sull’accaduto

Mariano Cannio è stato arrestato per la morte di Samuele, principale accusato dell’accaduto. Tuttavia, gli inquirenti sono ancora al lavoro per fare chiarezza su quanto sia davvero successo.

Qualora fosse accertata la responsabilità del 38enne, il movente sembra essere ancora un mistero.

Contents.media
Ultima ora