×

Marina Ovsyannikova, giornalista russa contro la guerra: cosa significa la collana che indossa?

La giornalista, che ha fatto irruzione al tg russo con un cartello anti-guerra, indossa una collana con i colori della bandiera ucraina. Come mai?

Striscione anti-guerra nella tv russa, multata e rilasciata la giornalista disobbediente

Si è posizionata alle spalle della conduttrice del tg e con immenso coraggio ha mostrato un cartellone sul quale urlava basta al conflitto tra Russia ed Ucraina: Marina Ovsyannikova, la giornalista russa, arrestata e rilasciata a causa del cartellone anti-guerra, è diventata in poco tempo nota a livello internazionale. 

Marina Ovsyannikova, la giornalista russa arrestata e rilasciata 

Sul cartellone si leggono parole forti come: “Non credere alla propaganda. Ti stanno mentendo qui“, firmato “Russi contro la guerra“. 

LEGGI ANCHE>> Chi è Marina Ovsyannikova, giornalista che ha interrotto il tg russo per protesta: è scomparsa.

Marina Ovsyannikova, il video prima del blitz in tv 

Tuttavia, prima del suo blitz televisivo, Marina Ovsyannikova ha pubblicato un video sui social, nei quali avvisava e spiegava le ragioni della sua protesta:

“Quello che sta accadendo in Ucraina è un crimine. E la Russia è l’aggressore. E la responsabilità di questa aggressione ricade sulla coscienza di un solo uomo: Vladimir Putin. Mio padre è ucraino. Mia madre è russa. E non sono mai stati nemici”.

Marina Ovsyannikova, la collana con i colori della bandiera ucraina 

Una posizione diretta e ricca di coraggio quella della Ovsyannikova, che la vede schierarsi palesemente contro il Cremlino, senza mezzi termini. Salta all’occhio nel video ed anche in molte foto, che della giornalista russa stanno girando sui social, della collana che la donna indossa: una collana che porta i colori della bandiera ucraina. É la stessa Marina a chiarire il significato dll’accessorio indossato:

“Questa collana che indosso è un simbolo del fatto che la Russia deve porre fine immediatamente a questa guerra fratricida. E i nostri popoli fraterni potranno ancora fare la pace”.

Infine, la donna ha lanciato il suo appello ai russi:

“Solo noi, russi pensanti, possiamo fermare tutta questa follia. Uscite a protestare, non abbiate paura di niente. Non possono metterci tutti in galera”.

Contents.media
Ultima ora