×

Marmolada: Biancofiore, 'regole per prevenire lutti e disgrazie'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 4 lug. (Adnkronos) – "I morti di ieri sulla mia Marmolada, per i quali esprimo tutto il mio cordoglio alle famiglie, si aggiungono ai tanti troppi che perdono la vita sulle montagne sia in estate che in inverno. La tragedia di ieri col distacco del Seracco era imprevedibile perchè la natura, spesso aiutata dalla superficialità umana, non è mai prevedibile ma di certo c’è che nel settore c’è troppa sottovalutazione delle conseguenze.

Troppa sicumera anche da parte dei maggiori esperti, tanta improvvisazione e inaccettabile deresponsabilizzazione alludendo alla fatalità". LO afferma Michaela Biancofiore, deputata e componente della dirigenza nazionale di Coraggio Italia.

"Diciamoci la verità, la montagna così come il mare -aggiunge- possono essere molto pericolosi se si disattendono misure base di precauzione. Non tutti possono avventurarsi per scalate o ferrate, fuoripista o pelli di foca, urgono regole di prevenzione come patentini, assicurazioni, campi base di segnalazioni non solo meteo ma anche indice di glaciazione.

Che la Marmolada fosse messa male era cosa nota e avventurarcisi con dieci gradi di temperatura, è stata purtroppo una grave imprudenza".

"Mi auguro -conclude Biancofiore- che il ministro Gelmini, che ha la delega sulla montagna convochi subito un tavolo con i presidenti delle Regioni con rilievi montani, per coordinare la legislazione in materia e dar vita a regole coordinate e che possano tendenzialmente prevenire altri lutti e disgrazie".

Contents.media
Ultima ora