×

Mascherine cinesi, l’ex commissario Arcuri indagato per peculato

L'ex commissario all'emergenza Covid Domenico Arcuri sarebbe indagato per peculato nell'ambito dell'inchiesta sulle forniture di mascherine cinesi.

arcuri indagato

Secondo un’indiscrezione riportata dal quotidiano La Verità, l’ex commissario straordinario all’emergenza Covid Domenico Arcuri sarebbe indagato dalla Procura di Roma per peculato, nell’ambito dell’inchiesta sulle forniture di mascherine cinesi giunte in Italia prive delle adeguate certificazioni.

Il fascicolo d’inchiesta, aperto lo scorso 24 febbraio, aveva già portato a cinque ordinanze di custodia cautelare tra cui quella di arresti domiciliari per l’imprenditore Edisson Jorge San Andres Solis, di Guernica Srl. Nel frattempo l’ex commissario Arcuri ha dichiarato di non avere notizia di essere indagato dalla Procura di Roma.

Mascherine cinesi, Arcuri indagato per peculato

Secondo quanto emerso dalle indagini, il giornalista Rai e presidente del consorzio Optel e Microproducts It Mario Benotti si sarebbe messo in contatto con il commissario straordinario Domenico Arcuri al fine di condizionare gli acquisti di mascherina da parte della struttura commissariale.

Acquisti nei quali avrebbero avuto un ruolo di intermediario anche alcune imprese italiane come la Sunsky srl, la Microproduts it e la Guernica srl. Tra gli interessati dalle ordinanze di custodia cautelare ci sono infatti, oltre allo stesso Benotti, anche Daniela Rossana Guarnieri, il titolare della Sunsky srl Andrea Vincenzo Tommasi e Khouzam Georges Fares.

Stando alle ipotesi degli inquirenti il gruppo si sarebbe reso responsabile del reato di traffico di influenze illecite – con l’aggravante del reato transnazionale – oltre che di ricettazione, riciclaggio e auto-riciclaggio a vario titolo.

Le indagini della Procura di Roma, coordinate dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dai pm Fabrizio Tucci e Gennaro Varone, si concentrano in particolare sulle maxicommesse da 72 milioni di euro per l’acquisto di 801 milioni di mascherine provenienti da tre diversi consorzi cinesi avvenute durante la prima ondata della pandemia di Covid-19.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora