×

Matilde Brandi, lo sfogo dopo il GF Vip: “Basta!”

Matilde Brandi ha sporto denuncia dopo aver ricevuto minacce e accuse contro di lei e le sue figlie.

Matilde Brandi sfogo
Matilde Brandi sfogo

Matilde Brandi si è sfogata via social per le minacce e gli insulti ricevuti dopo il suo addio al Grande Fratello Vip.

Matilde Brandi: lo sfogo

Dopo l’addio al Grande Fratello Vip Matilde Brandi sarebbe stata costretta a sporgere denuncia per le continue minacce e gli insulti ricevute ai danni suoi e delle figlie.

“Quando sono uscita dalla casa sono andata alla polizia postale a denunciare, mi è arrivata una terribile accusa a me e alla mie figlie sui social“, ha dichiarato la showgirl, che a seguito dei fatti si sarebbe presa una pausa dai social, e ha aggiunto: “Bisogna denunciare ogni piccola cosa basta. L’omertà è la cosa peggiore. Io se vedo qualcosa mi espongo, perchè nascondersi? Da cosa? Dalla cattiveria che c’è n’è tanta”.

Per la showgirl si tratta di un particolarmente difficile: oltre all’emergenza Coronavirus (che da oltre un anno la starebbe tenendo lontana dalla sua scuola di danza e dalle sue allieve) suo marito, Marco Costantini, ha deciso di dirle definitivamente addio dopo la partecipazione al Grande Fratello Vip.

La stessa Matilde Brandi ha affermato che la rottura dal marito, padre delle sue due gemelle, sarebbe stata particolarmente dolorosa per lei.

A quanto pare al momento i due non sarebbero pronti a una rappacificazione: “Sono uscita dalla Casa il 19 ottobre, ormai sono quattro mesi e sto un po’ metabolizzando questo piccolo lutto. Lui è un bravissimo papà, lo dirò per sempre. Ci sono rimasta male per il modo”, aveva confessato la showgirl in seguito alla rottura con Costantini, e ancora: “Lui non voleva che io facessi questo Grande Fratello. Io lo rispetto Marco, lui non vuole apparire. Io sono uscita dalla Casa, l’ho visto, era molto freddo, è stata una freddezza che noi donne forse percepiamo.”


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora