×

Matteo Bassetti e le immagini choc delle tac: ” Ecco cosa provoca il Covid ai non vaccinati”

Matteo Bassetti sulle immagini choc: " La cosiddetta fame d’aria non si può e non si deve augurare a nessuno. Neanche al peggiore nemico"

Matteo Bassetti immagini polmoniti

“La colpa non solo è di chi non si è vaccinato, ma vostra che gli avete raccontato un sacco di menzogne”.  Duro attacco di Matteo Bassetti  a giornalisti e opinionisti vari che portano avanti le tesi no vax a margine delle immagni delle Tac dei polmoni devastati di alcuni pazienti non vaccinati.

Matteo Bassetti e le immagini choc 

L’ennesima ondata del covid dimostra che è sempre più urgente raggiungere la massima copertura vaccinale per tutti i cittadini e convincere anche i più restii a vaccinarsi.

Dove non arrivano le parole e purtroppo, i dati sempre più netti sulle ospedalizzazioni e le terapie intensive dei no vax, forse possono arrivare le immagini scioccanti pubblicate dal  direttore della  clinica Malattie Infettive del San Martino di Genova, Matteo Bassetti sui suoi canali social.

E che si riferiscono alle tac dei polmoni di pazienti positivi al covid , arrivati a quel punto senza la protezione indispensabile dei vaccini dal rischio di sviluppare la forma grave della malattia.

Matteo Bassetti e le immagini delle polmoniti da covid

“Ecco le immagini tc di giovani 50-60enni non vaccinati con la polmonite da Covid arrivate nei nostri reparti negli ultimi 10 giorni. Dove c’è bianco anziché nero i polmoni non scambiano ossigeno.

Si ha così la cosiddetta fame d’aria che non si può e non si deve augurare a nessuno. Neanche al peggiore nemico”

Una situazione che aveva descritto anche nei giorni precedenti:

““Le Tac dei 50-60enni mostrano una devastazione a livello polmonare causata dalla variante Delta che non vedevamo nemmeno nella prima ondata, vorrei che i non vaccinati guardassero queste immagini per rendersi conto di quanto il virus faccia ancora male”.

Matteo Bassetti e il duro attacco  a corredo delle immagini

Emerge nelle sue amare parole, non solo lo stupore per il dramma umano di tante giovani vite che rischiano di spezzarsi ma anche la stanchezza di tutto  personale sanitario sotto pressione a corrente alternata da quasi due anni:

“Siamo stanchi. Non avremmo mai voluto essere ancora qui dopo 22 mesi con polmoniti da Covid che si potevano evitare” ha scritto sui social. Sferrando poi un duro attacco contro chi, a suo avviso, ha comunque una parte di responsabilità indiretta per quanto sta accadendo:

“Mi rivolgo a giornalisti, politici e predicatori vari che, occupando stabilmente la comunicazione contro il beneficio dei vaccini, pensano di avere la verita’ in tasca (e non solo). Cosa volete dire oggi a queste persone in fin di vita anche per colpa vostra? Vi vergognate un po’ di aver messo nuovamente in difficoltà gli ospedali e i sanitari italiani che lavorano sul Covid da 23 mesi? La colpa non solo è di chi non si è vaccinato, ma vostra che gli avete raccontato un sacco di menzogne. Avete sulla coscienza molte vite. Vergognatevi”.

Contents.media
Ultima ora