> > Matteo Salvini vuole chiedere il Ministero per la famiglia e la natalità per...

Matteo Salvini vuole chiedere il Ministero per la famiglia e la natalità per la Lega

Matteo Salvini

Assemblea proinviale della Lega a porte chiuse: Salvini uole chiedere il Ministero per la famiglia e la natalità per il suo partito

Si è tenuta a Saronno, nella provincia di Varese, l’assemblea provinciale dei militanti del partito della Lega.

All’evento sono arrivati Matteo Salvini, a bordo della sua auto a vetri oscurati e anche Giancarlo Giorgetti

L’assemblea si è tenuta nella sala comunale Aldo Moro ed è stata presidiata dalle forze dell’ordine e dal servizio di sicurezza interno al partito. Niente giornalisti, niente riprese con i telefoni, le tende chiuse ermeticamente: si entra solo mostrando la tessera di socio della Lega

L’intervento di Matteo Salvini

Ci sono stati 23 interventi, alcuni molto critici sulle scelte politiche della Lega negli ultimi anni.

Salvini prende la parola cercando di riannodare i fili della sua leadership. È stata discussa anche la perdita di consensi al suo partito evidenziata dalle ultime elezioni, un’evento naturale dovuto all’anno e mezzo del governo Draghi. L’assemblea ha riesaminato alcuni degli errori compiuti dal partito nel passato recente e discusso di qualche rivendicazione nei confronti dell’autonomia “tradita”. 

Nel suo intervento, Matteo Salvini, ha parlato di due nuovi ministeri che devono andare alla Lega con il nuovo governo di centrodestra: quello degli Affari regionali e “della Famiglia e Natalità“, nome deciso dal segretario federale. 

Secondo il segretario della Lega “bisogna tornare a mettere al mondo figli senza tanti problemi“.

Motivo per cui ha annunciato che chiederà per il suo partito “alcuni ministeri, come quello per la Famiglia e la Natalità”.

Secondo quanto riportato dalla stampa presente all’evento a porte chiuse, le conclusioni dell’assemblea hanno lasciato i partecipanti della riunione soddisfatti. Per quanto riguarda le prossime mosse di Matteo Salvini e la ricerca del suo ruolo nel prossimo esecutivo, è chiaro che il segretario del partito voglia ritornare al Viminale.

LEGGI ANCHE: