×

Maturità 2022, date, crediti, materie, scritti: tutte le novità dell’esame

Come si svolgerà la maturità 2022? Tra vecchi metodi e novità

Scuola

Il 2022 sarà un anno pieno di novità, tra queste l’esame di maturità. Una tematica molto discussa e che ha creato fin troppe polemiche in questi ultimi due anni di pandemia. A quanto pare però, si avrà una svolta che consiste in un ritorno alle origini.

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi pare sia intenzionato a ripristinare tutto com’era prima (quindi in presenza), salvo ovviamente peggioramenti della situazione pandemica.

Maturità 2022: la prova scritta

Torna la famosa prova di italiano che seguirà le solite linee guida. Questa prova sarà uguale per tutti gli istituti. Le tipologie di prova saranno tre: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Le tracce che invece saranno proposte saranno sette. Salvo imprevisti, si svolgerà il 22 giugno 2022.

Maturità 2022: la seconda prova

Il giorno successivo tocca alla seconda prova, in questo caso diversa per tipologie di indirizzo. La seconda prova da sempre ha rappresentato la materia che più ha caratterizzato il corso di studi di un determinato liceo o istituto. Per fare un esempio pratico, al liceo classico si opterà per la prova di latino o di greco, allo scientifico invece si opterà per matematica o fisica.

Addio invece ad una prova che ha fatto tremare alcune generazioni: la terza prova.

Maturità 2022: l’esame orale

Per concludere il percorso di studi ed ottenere il diploma tanto agognato, dopo 5 anni, ci sarà la prova orale. Attenzione però, non sarà più prevista una tesina da cui lo studente potrà partire. L’esame orale inizierà con un argomento scelto dalla commissione esaminatrice, che l’esaminato dovrà analizzare dettagliatamente.

Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver maturato una conoscenza ed una competenza per le singole materie in cui verrà esaminato. Successivamente, il maturando, sarà tenuto ad analizzare con un breve progetto tutte le esperienze fatte durante i suoi studi. L’esame orale, infine, è l’unica prova che si potrà svolgere non in presenza, ma solo se ci sono pericoli legati all’emergenza sanitaria in corso, ad esempio: positività al Covid, quarantena o isolamento.

Contents.media
Ultima ora