×

Maturità: iniziano li orali

Passata la paura per gli scritti ora per i 500mila studenti alle prese con la maturità cominciano gli esami orali che in molti suscitano ancora più panico. Il colloquio inizia con un argomento a piacere, la discussione di una tesina dalla quale prendono spunto le domande dell’intera commissione per valutare la preparazione generale. La votazione, in centesimi, può raggiungere la lode con il massimo del punteggio nelle 3 prove scritte, nell’orale e nei crediti. La tesina preparata dagli studenti può rivelarsi un vero asso nella manica: il modo di esporla, e la capacità di attirare i professori su argomenti sui quali si è più preparati può essere di grande aiuto. Durante il colloquio si discute anche sulle tre prove scritte per la cui valutazione la commissione dispone di 45 punti, ripartiti in parti uguali tra le tre prove,10 punti il punteggio minimo.

La commissione ha a disposizione 30 punti, mentre il punteggio finale è il risultato della somma dei punti attribuiti alle prove scritte e al colloquio e dei punti relativi al credito scolastico acquisito da ciascuno studente.

La commissione può integrare il punteggio fino a un massimo di 5 punti se il candidato ha ottenuto un credito scolastico di almeno 15 punti e un risultato complessivo nella prova d’esame pari ad almeno 70 punti.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche