Mauritius: la cascata sottomarina dell'isola vista da Google Maps
Mauritius: la cascata sottomarina dell’isola vista da Google Maps
Lifestyle

Mauritius: la cascata sottomarina dell’isola vista da Google Maps

mauritius

Guardata con Google Maps, l'isola delle Mauritius mostra una spettacolare cascata sottomarina di innegabile bellezza: peccato sia solo un'illusione

Le Mauritius sono una nazione di isole nell’Oceano Indicano, a circa duemila chilometri dall’Africa sud-occidentale. L’isola venne scoperta nel 975 d.C. dagli arabi, poi venne colonizzata dai portoghesi nei primi anni del Cinquecento. Da quel momento ci furono diversi periodi di colonizzazione olandese, francese e britannica.

L’isola prende il proprio nome dal principe olandese Maurizio di Nassau, che diede ordine alla prima colonizzazione del luogo, fino al 1598 del tutto disabitato. L’isola diventò una repubblica indipendente nel 1968 e nel 1992 divenne parte del Commonwealth Britannico. Le bellezze della natura incontaminata sono la maggiore attrazione per visitatori e investigatori da tutto il mondo, facendo del territorio un posto con alti standard di vita.

Nella punta sud-occidentale dell’isola si trova una stupefacente illusione ottica, scoperta tramite l’aiuto dei satelliti. Guardata dall’alto, infatti, l’immagine dell’isola mostra un deflusso di sabbia e limo che dà l’impressione di una cascata al contrario, ovvero di una cascata sottomarina naturale.

La vista con Google Maps conferma questa illusione rendendo l’immagine satellitare un vero punto di interesse planetario.

Mauritius: foto ritocco o immagine reale?

Il fondale sabbioso al largo della punta dell’isola sembra aprirsi in uno squarcio, che fa precipitare l’acqua cristallina verso una voragine di colore blu scuro. A dare l’effetto tridimensionale di un salto d’acqua sottomarino sono proprio i depositi di fango e sabbia, che si creano dall’acqua della risacca. La grande varietà di sfumature dell’oceano e del fondale completano poi lo scherzo fotografico. Basta infatti guardare la punta sudovest dell’isola da un’angolazione differente per veder scomparire la bella illusione. L’idea di una cascata sottomarina rimane però molto affascinante. Così come, del resto, tutto quello che riguarda il mondo ancora poco noto degli oceani.

Non si tratta, in ogni caso, di un fotoritocco. Per chi ha subito pensato a un’abile ritoccata con Photoshop, esiste infatti la prova che si tratta di un’illusione “reale”. Basta controllare su Google Maps digitando come località “Mauritius Le Morne”, passando poi alla visualizzazione “Earth”. Potrete vedere con i vostri occhi, sulla sinistra, le lingue di sabbia che danno vita all’immaginario effetto cascata.

Le Morne Brabant è la penisola sud-occidentale di Mauritius, nonché il lato più ventoso dell’isola. La collina divenne famosa nel XIX secolo, quando fu usata come nascondiglio da alcuni schiavi fuggiaschi. Dopo l’abolizione della schiavitù a Mauritius, una spedizione di polizia andò a dire agli schiavi che erano liberi. Essi però interpretarono male l’arrivo dei poliziotti e si lanciarono nel vuoto, incontrando la morte. Da quel giorno, ogni anno, i mauriziani creoli danno vita a una celebrazione che commemora l’abolizione della schiavitù nella loro isola.

L'illusione della cascata sottomarina da Google Earth
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

opitrad
Lifestyle

Opitrad al SEO&Love2019

19 febbraio 2019 di Redazione
Per trasmettere informazioni e suscitare emozioni nel cliente occorre saper tradurre in modo efficace le qualità dei propri prodotti.