×

Maxi Rave in provincia di Viterbo: ragazzo scomparso nel Lago di Mezzano

Il rave al Lago di Mezzano con migliaia di giovani provenienti da tutta Europa ha suscitato molte proteste social e un'interrogazione parlamentare

Ricerche carabinieri dopo party lago di mezzano

Un maxi rave party con giovani provenienti da tutta Europa ha occupato vari ettari della zona intorno al Lago di Mezzano in provincia di Viterbo. Due ragazzi sono finiti in coma etilico mentre uno risulta disperso dopo un bagno nel laghetto. 

Maxi Rave party al Lago di Mezzano

Un maxi rave party con giovani provenienti da tutta Europa va avanti dalla notte di venerdì tra Valentano e Latera, a confine tra Lazio e Toscana. Con tutti i problemi che ne conseguono di natura ambientale, sicurezza e disagio per i cittadini oltre che di   contenimento della pandemia Covid-19.

Sarebbero stati occupati una trentina di ettari di terreni privati utilizzati per coltivare il grano e per il pascolo del bestiame in una zona di alto valore ambientale e perfino archeologico. Con tanto di denunce via social da parte dei vari sindaci dei comuni limitrofi (tra l’altro la musica ad alto volume si sente a diversi chilometri di distanza) e interrogazioni parlamentari. 

Rave Lago di  Mezzano: ragazzo disperso

A tutto questo va ad aggiungersi la preoccupazione dopo la notizia diffusa da Tusciaweb, della scomparsa di un ragazzo nel Lago di Mezzano. Come riporta infatti il notiziario locale del viterbese,  il ragazzo si sarebbe allonato dalla festa intorno alle 19.30 di Ferragosto per fare un bagno refrigerante  Dal tuffo in acqua non è però più riemerso facendo scattare l’allarme. Sul posto sono interventi i carabinieri e i vigili del fuoco mentre sono in corso le ricerche dei sommozzatori.

Tra l’altro, sempre nell’ambito della festa non autorizzata si registrano due giovani in coma etilico trasportati in ospedale.

Rave Lago di Mezzano: la protesta del Sindaco di Valentano

Una situazione insostenible che, come abbiamo già accennato, va avanti da venerdì e non si sa quanti giorni ancora potrebbe durare. Sempe da quanto riporta Tusciaweb,  dalle prime stime si sarebbero superate le 5mila presenze, ma i numeri potrebbero aumentare fino ad arrivare a 30mila.

Una bomba esplosiva monitorata da ingenti forze dell’ordine su tutte le vie di accesso al rave. Ma che ha inevitabilmente suscitato il commento sdegnato di cittadini, esercenti e sindaci dei comuni limitrofi. Tra i quali quello del Sindaco di Valentano (comune dove si trova il lago) Stefano Biagiotti

  “La festa si è svolta nella totale illegalità. Io sono stato informato di quanto era accaduto a fatti avvenuti, la mattina del 14 agosto. È gravissimo, un vero e proprio attacco al territorio in un contesto di pandemia globale. C’è un agriturismo limitrofo alla zona del rave che ha avuto problemi. Non è pensabile che chi lavora nel rispetto delle regole veda lesi i propri diritti”.

Rave Lago di Mezzano: interrogazione parlamentare

Il deputato di Fdi Mauro Rotelli ha annunciato che presenterà un’interrogazione parlamentare urgente al ministro dell’Interno Lamorgese. Anche il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri ha chiesto “un intervento adeguato e immediato” del Viminale.

Contents.media
Ultima ora