Meghan Markle sfida il protocollo, ma Harry la perdona
Meghan Markle sfida il protocollo, ma Harry la perdona
Esteri

Meghan Markle sfida il protocollo, ma Harry la perdona

Meghan Markle
Meghan Markle

Nuova sfida di Meghan Markle all'etichetta di corte: il suo tailleur non rispetta il protocollo, ma Harry la perdona

Meghan Markle sa sempre come distinguersi, questo ormai lo abbiamo capito. Nel bene e nel male, nel look ma anche in altri contesti. Questa volta parliamo comunque di un’altra sua mise, indossata nell’ultima occasione ufficiale a cui ha presenziato. La duchessa è stata infatti ospite insieme al consorte Harry della tradizionale cerimonia dei premi WellChild al Royal Lancaster Hotel di Londra. Una manifestazione a cui il principe tiene molto. Entrambi del resto si sono sempre mostrati molto sensibili al tema. Così Harry e Meghan hanno incontrano insieme i bambini disabili, li hanno premiati e hanno fatto loro coraggio. Hanno infine raccomandato ai piccoli di non smettere mai di sorridere, nonostante la loro disabilità.

Alla cerimonia è andato tutto bene, i duchi erano entrambi molti belli anche se l’outfit scelto dalla Markle ha scatenato una bufera. Più di una polemica, a volerla dire tutta. Intanto perché nonostante fosse impeccabile dal punto di vista della moda, non ha rispettato ancora una volta le regole del protocollo.

Meghan si è infatti presentata con un look davvero mozzafiato, caratterizzato da un tailleur nero molto attillato con sotto una canottiera, sempre nera e molto aderente. La mise elegante le stava d’incanto, non c’è che dire. Certamente non era un look economico, altro punto dolente che si aggiunge all’ennesimo strappo al protocollo. Tanto per fare quattro conti, l’outfit chic della duchessa è costato la bellezza di più di tremila sterline. Roba da far impallidire Kate Middleton e i suoi look riciclati o presi dalle grucce di H&M! I giornali britannici, ovviamente, hanno preso la palla al balzo, innescando per primi la polemica.

Meghan Markle disobbedisce a Harry

Quel che è più grave, tuttavia, è che con questo look Meghan avrebbe disobbedito anche a Harry, non solamente all’etichetta di corte. Il tailleur composto dal pantalone firmato Altuzarra contravviene non solo al dress code di corte, ma anche alla richiesta del marito di attenersi con più attenzione al protocollo. Non dimentichiamo infatti che il primo litigio tra i due era avvenuto per uno smoking. Ossi quello che Meghan avrebbe voluto indossare nel corso del loro tour in Australia.

In quell’occasione si trattava nello specifico di uno smoking firmato Stella McCartney. Un modello troppo anticonvenzionale, dunque non in linea con il solito protocollo reale. Stavolta però, in barba al dress code di corte, Meghan ha fatto di testa sua. E Harry, a quanto sembra, non l’ha presa molto bene. Tuttavia pare l’abbia già ‘perdonata’ durante la cerimonia, perché si è mostrata impeccabile e perfettamente a suo agio mentre giocava e parlava con i bambini disabili. Meghan ha anche regalato una rosa del suo bouquet a una bimba, Matilda. Così il neo marito, nel suo discorso ufficiale, ha tenuto a sottolineare di essere “particolarmente grato di condividere questo magnifico compito con mia moglie, che è qui con me”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche