Mendicante picchia donna, non le aveva fatto l'elemosina
Mendicante picchia donna, non le aveva fatto l’elemosina
Cronaca

Mendicante picchia donna, non le aveva fatto l’elemosina

mendicante
elemosina

Una mendicante che chiedeva l'elemosina fuori da un supermercato ha aggredito una donna rea di non averle lasciato l'elemosina.

A Vasto (Chieti) sabato 10 febbraio una mendicante ha aggredito una signora, “colpevole” di non avergli dato qualcosa come elemosina. Il sindaco viene accusato dalle opposizioni di occuparsi principalmente delle cooperative che organizzano la sistemazione dei migranti, invece di rendere più efficiente la sicurezza cittadina. La mendicante è riuscita a dileguarsi: i Carabinieri stanno indagando per cercare di rintracciare la mendicante attraverso le immagini di sorveglianza. Dal racconto della donna aggredita la mendicante è “bassa, di corporatura robusta e carnagione bianca”. Non si conosce la nazionalità della persona.

Aggredita perché non le lascia l’elemosina

La persona aggredita è una donna di 38 anni di Vasto, uscita dal supermercato LIDL in via Circonvallazione Ostiense. La signora, che è stata violentemente spinta contro un palo, ha pubblicato un post su Facebook, in cui mostrava il referto medico con la prognosi di otto giorni. La donna ha infatti riscontrato un trauma cranico facciale non commotivo ed escorazioni al naso. Nel post la signora ha espresso tutto lo sconcerto per l’accaduto.

Molti le reazioni al post, quasi tutte con il comune denominatore di una “stretta all’accoglienza dei migranti”. Inoltre, poiché l’aggressione è avvenuta in contemporanea alla marcia “anti-fascista e anti-razzista” di Macerata, alcuni utenti hanno ironizzato su quest’ultima. Il sindaco di Vasto Francesco Menna, del Partito Democratico, ha parlato di “fatto gravissimo” e ha aggiunto ” le armi che abbiamo non sono sufficienti ad intensificare l’opera di monitoraggio e a potenziare l’ordinanza anti riciclaggio che primo fra tutti i sindaci del territorio ho adottato già da diversi mesi.”

L’irritazione degli italiani verso le politiche d’accoglienza

I commenti al post della signora hanno per l’ennesima volta mostrato “l’aria che tira” in Italia dopo diversi anni di numerosi arrivi dei migranti. La maggior parte della popolazione appare sfiduciata, intollerante e impaurita dall’arrivo di numerose persone straniere. Il sindaco di Vasto ha espresso il suo punto di vista dicendo: ” Il vero problema non sono gli immigrati, ma i clandestini”.

A pochi giorni dalle elezioni il clima sembra comunque ormai segnato verso una direzione di cambiamento rispetto alle recenti politiche di accoglienza.

Fatti come questi inoltre non aiutano certo a prendere coscienza dell’enormità del problema “immigrazione”, ma contribuiscono a far crescere l’intolleranza.

Solo pochi giorni prima a Vasto, davanti ad un altro supermercato, un nigeriano aveva accoltellato un connazionale per contendersi pochi spiccioli di un’elemosina.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche