×

Menez: “Roma, grazie lo stesso”

default featured image 3 1200x900 768x576

C 3 Media 1300642 immagine oleft
Non ci ha pensato due volte Jeremy a lasciare la Roma: chiuso dai nuovi tatticismi di Luis Enrique, prigioniero della sua cupezza che qui a Roma sembrava divorarlo, ha afferrato al volo l’offerta del Psg, accordandosi per tre anni con il club francese.

Poche parole spese per la sua ex squadra, la Roma appunto.
“Lasciare la Roma mi dispiace ma questa è una scelta che ho fatto per la mia carriera. Ringrazio tutti, soprattutto i tifosi: quest’esperienza rimane un ricordo positivo. Un grazie va anche ai dirigenti. Sono onorato di passare in un club come il Paris Saint-Germain: spero di dare qualcosa di importante ai tifosi. Mi ha convinto il progetto del Psg, anche se avevo altre offerte.

Questo progetto è davvero interessante e non ho esitato un secondo per rispondere positivamente alla dirigenza. Il club vuole andare lontano in Champions League e avere una grande squadra, un buon traguardo che voglio avere nella mia carriera. Quando è stato il primo contatto? I primi approcci risalgono a giugno. Quando sono iniziate le trattative, Leonardo stava arrivando alla guida del club. Il Psg può competere con grandi club. Ci sono stati momenti difficili, ma ora c’è un rinnovamento generale.

La squadra lo scorso anno ha ottenuto buoni risultati”.
Menez sembra aver ritrovato il sorriso, quello che anche durante il ritiro di Riscone di Brunico sembrava aver perso. Jeremy considerava ormai chiusa l’avventura con la Roma e il tecnico giallorosso, Luis Enrique, ha spiegato di non averlo fatto giocare nell’amichevole disputata contro il Sudtirol proprio per la trattativa in corso con il Psg. “Menez? -ha detto in conferenza stampa- Non ha giocato perché sappiamo che sta trattando con altri club».

Contents.media
Ultima ora