Mercato Milan, cercasi attaccante: opzioni Morata o Higuaín
Mercato Milan, cercasi attaccante: opzioni Morata o Higuaín
Sport

Mercato Milan, cercasi attaccante: opzioni Morata o Higuaín

Morata, obiettivo Milan
Morata, obiettivo Milan

I rossoneri si muovono sul mercato per assicurarsi una punta che risolva i problemi realizzativi: lo spagnolo del Chelsea e il Pipita le prime scelte.

Dopo la notizie del passaggio a Elliott, e in attesa della decisione del Tribunale Arbitrale dello Sport sul ricorso contro l’esclusione dall’Europa League imposta dall’UEFA, il Milan prova a mettere in atto la sua strategia di calciomercato, consapevole del ritardo accumulato rispetto alle concorrenti proprio a causa delle note vicende societarie. Aspettando di capire meglio quali cambiamenti saranno apportati dalla nuova proprietà, i dirigenti rossoneri hanno individuato la loro principale priorità a livello di rinforzi: un attaccante centrale che sostituisca Kalinic, in uscita, e possa alternarsi e magari fungere anche da esempio per Cutrone. Tra i nomi usciti per il ruolo spicca quello di Alvaro Morata, che il club cercò di portare a Milano già nell’estate 2017, che vide poi lo spagnolo approdare al Chelsea alla corte di Conte. Rimane calda anche la pista che porta a Gonzalo Higuaín, che la Juventus ha messo in vendita dopo l’acquisto di Cristiano Rona ldo.

Sul fronte uscite, invece, Bonucci potrebbe essere tentato dalle sirene del Paris Saint-Germain.

Mercato Milan, l’attaccante il primo obiettivo

Le cifre deludenti di Kalinić e André Silva, sulla carta punti di riferimento dell’attacco rossonero nell’ultima stagione, non lasciano spazio a troppi dubbi: il principale obiettivo del mercato del Milan nell’estate 2018 deve essere un attaccante capace di portare quei gol che sono mancati dal croato e dal portoghese, e arrivati solo grazie alla straordinaria vena realizzativa del giovane Cutrone.

Quella della punta è una priorità che i rossoneri hanno accantonato nella prima parte di quest’estate a causa delle vicende societarie, terminate col passaggio del club nelle mani di Elliott, e della sentenza UEFA che ha decretato l’esclusione del Milan dalla prossima Europa League, salvo ribaltoni decretati dal Tas, a cui i milanesi hanno fatto ricorso.

A circa un mese dal via del campionato, però, la dirigenza milanista deve iniziare a muoversi concretamente, anche per colmare quel ritardo con le concorrenti che hanno già chiuso diverse operazioni per rinforzarsi.

Proprio in quest’ottica, il direttore sportivo Mirabelli e l’amministratore delegato Fassone si sarebbero recati a Londra per parlare con Elliott ma, come spiegato da Tuttosport, anche per sondare la disponibilità del Chelsea a cedere Alvaro Morata, pallino del Milan già dall’estate 2017 prima che la società meneghina decidesse di investire proprio su Kalinić e André Silva.

L’operazione sembrerebbe fattibile per la volontà del giocatore, che non ha vissuto una stagione particolarmente positiva in Inghilterra, più complicato sarebbe trovare un accordo economico, visti gli oltre 60 milioni di euro spesi dai Blues per acquistarlo dal Real Madrid solo un anno fa.

Ecco perché, pur portando avanti i contatti con il club e l’agente dello spagnolo, il Milan non si preclude strade alternative: tra queste c’è quella che porta a Gonzalo Higuaín, inserito dalla Juventus nella lista dei partenti dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo.

Si pensa che la Juventus possa chiedere tra i 50 e i 60 milioni di euro per l’argentino: se si trovasse l’intesa economica con i rossoneri, il profilo del “Pipita” rappresenterebbe probabilmente uno dei profili più idonei per la squadra di Gattuso, in cerca di una garanzia in termini realizzativi.

Bonucci, cessione possibile

Sul fronte delle uscite, invece, c’è da registrare il viaggio a Parigi di Alessandro Lucci, agente di Leonardo Bonucci, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport.

Dopo l’acquisto di Buffon, il Paris Saint-Germain sarebbe infatti interessato ad arricchire la sua colonia italiana, e avrebbe messo tra gli obiettivi proprio il 31enne difensore centrale, reduce da una stagione altalenante.

Dopo un inizio disastroso, le prestazioni di Bonucci sono gradualmente migliorate dall’arrivo di Gattuso in panchina, tanto che la coppia formata con Romagnoli è stata per una buona parte del girone di ritorno una delle più solide del campionato.

Il capitano rossonero, secondo le indiscrezioni già d’accordo coi parigini, sta però aspettando novità sul fronte societario e per quanto riguarda la decisione del Tas, che potrebbe riammettere il Milan in Europa League. Una volta note le sorti del club, il giocatore deciderebbe se cedere alla tentazione Psg o restare in rossonero per un secondo anno.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Alessandro Bai
Alessandro Bai 189 Articoli
Alessandro Bai, nato nel 1991 a Milano, città che ama ma da cui non può fare a meno di spostarsi (e ritornare, sempre). Una mamma brasiliana, un anno di studi in Inghilterra e la passione per le lingue mi hanno dato l'apertura mentale che cerco di riportare nel giornalismo. Racconto di sport per fare emozionare.