×

Nuovo messaggio choc sull’auto di un disabile: ‘sei handicappato? Parcheggia al posto assegnato’

Dopo il caso di Carugate, spunta un altro messaggio contro i disabili in un parcheggio. Accade nel Senese, e scoppia la polemica

messaggio auto disabile
messaggio auto disabile

Non si è ancora del tutto spenta l’ondata di critiche rivolte all’uomo che, poche settimane fa, ha lasciato un cartello contro un disabile nel parcheggio sotterraneo di un centro commerciale nel milanese, che un nuovo caso simile si registra in provincia di Siena. Accade ad Arbia, frazione del comune di Asciano dove Maurizio Coluccio, un ragazzo con una grave disabilità residente proprio in questa frazione, ha lasciato la sua auto, all’interno della quale è presente un permesso apposito, in un posto normale in quanto si trovava all’ombra, mentre il parcheggio riservato era in pieno sole. Ma al suo ritorno non poteva credere ai suoi occhi: sul parabrezza del suo veicolo qualcuno aveva lasciato un foglietto con il seguente messaggio anonimo: ‘sei handicappato? Parcheggia al posto assegnato’.

Maurizio però ha deciso di reagire e scrivere una lettera, pubblicata nelle ultime ore sui media, per spiegare quanto accadutto nel dettaglio e portare allaluce il nuovo attacco discriminatorio contro i disabili.

La lettera del disabile dopo il ritrovamento del messaggio sul parabrezza

“Come spesso accade per questioni di salute e anche a causa del troppo calore che si crea in auto – si legge – invece di lasciare la mia auto nel posto assegnato come disabile, l’ho parcheggiata sul lato opposto della strada in quanto degli alberi presenti creano delle zone di ombra. Tutto ciò solo perché – ha spiegato il ragazzo – assumendo farmaci salvavita, gli stessi portano la pressione arteriosa stabilmente a livelli bassi, 100/60, e altrettanto il battito cardiaco sui 50 battiti al minuto, che di per sé, sono condizioni di criticità, ma necessarie per far si di non avere ulteriori infarti e problemi al cuore.

Purtroppo tutto ciò è dettato dalla patologia di cui sono affetto, una malattia autoimmune cosi rara e incurabile, da essere solo uno dei 7 casi al mondo, riconosciuto, con una disabilità riconosciuta al 100% con nessuna possibilità di poter più effettuare un lavoro e di essere titolare della legge 104 art 3/3″.

Il disabile rende pubblica la vicenda per sensibilizzare l’opinione pubblica

Ma dopo il ritrovamento del messaggio Maurizio ha deciso di rendere la sua vicenda pubblica, cercando in questo modo di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito ai rischi che un’auto lasciata per lunghe ore al sole cocente possono incorrere in un disabile, il che rende necessario, delle volte, rinunciare agli stalli riservati ed usufruire di un parcheggio qualunque, che è comunque liberamente utilizzabile da qualsiasi persona, portatori di handicap inclusi.

“Purtroppo chi è disabile come me, che oltremodo ha difficoltà anche a deambulare, non sempre ha la possibilità di avere il posto riservato anche all’ombra onde evitare complicazioni. Da parte mia – ha concluso nel suo messaggio – non avrei nessuna difficoltà, se non avessi questi grandi e gravi problemi di salute, di parcheggiare l’auto altrove e mi dispiace se l’utente in questione, per sua ignoranza, ne abbia fatto una questione di stato tanto da dover ricorrere ad un biglietto lasciato anonimamente sul parabrezza della mia autovettura”. Una lettera che ha raggiunto il suo scopo, dal momento che sin dalle primissime ore sono arrivati moltissimi messaggi di solidarietà rivolti al giovane ed una ferma condanna all’autore dell’assurdo messaggio. Resta da capire se, come accaduto nel comune di Carugate, le forze dell’ordine interverranno per individuare la persona che lo ha scritto.

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Daniele Orlandi

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.

Leggi anche