> > Meteo, inizio 2023 senza inverno, caldo anomalo in tutta Italia: quando arriv...

Meteo, inizio 2023 senza inverno, caldo anomalo in tutta Italia: quando arriverà il freddo?

Meteo, il 2023 inizia senza inverno. Ma tornerà il freddo?

Sembra che il mese di gennaio potrebbe proseguire con temperature calde ancora per settimane.

Dal 18 dicembre scorso l’Anticiclone Africano ha dominato in Italia portando temperature di 10-12 gradi oltre la media, e dell’inverno neanched l’ombra.

Gennaio è ormai iniziato da 4 giorni e la poca neva che si era vista sugli Appennini si è ormai sciolta, provocando tra l’altro nebbie fitte e smog in Pianura Padana. Insomma, quando arriverà l’inverno? Ma soprattutto, arriverà?

2023 senza inverno?

Lorenzo Tedici, meteorologo del iLMeteo.it ha cercato di dare una risposta al quesito: senza mezzi termini ha fatto ben capire gli amanti del freddo non devono farsi illusioni, almeno per i prossimi 10-15 giorni.

La lingua gelida dalla Russia che si era impadronita del Nord Italia a dicembre 

Ripartiamo dalla prima metà di dicembre, quando una lingua gelida dalla Russia si era impadronita dell’Europa centro settentrionale e in parte anche del Nord Italia: basti ricordare la tanta neve sulle Alpi e quelli che hanno imbiancato Torino. Tuttavia, successivamente il freddo è scappato verso il Circolo Polare Artico portando nevicate in Lapponia, fiocchi tra Islanda e Scozia e temperature di -25 C tra Svezia e Finlandia.

Il freddo quindi è rientrato alla base: verso le terre russe per intenderci. Tra l’altro, quando rallenta l’aria gelida riesce a scendere verso latitudini piu basse, ossia verso gli Usa, verso l’Europa centro meridionale o verso la Siberia meridionale e la Cina. Questo sta a spiegare che, considerando il fatto che da un paio di settimane il Vortice Polare è forte, robusto e gira molto veloce, sarà difficile che aria fredda possa scendere verso le nostre latitudini per almeno 10-15 giorni.

Un inverno che forse arriverà tra febbraio e marzo 

Perciò, sarà un inverno senza freddo? Non è detto. Così come è accaduto negli Usa e nel Canada che durante le feste natalizie un lobo del Vortice Polare si è staccato ed è sceso verso Sud, così potrebbe accadere qualcosa di simile in Italia. Tuttavia, c’è da tenere subito in considerazione che questa possibilità abbraccia mesi quali febbraio e marzo. In poche parole gennaio potrebbe proseguire in maniera pigra, ma soprattutto con temperature oltre la norma.

Il massimo a cui si può aspirare è l’autunno che sembra arriverà da domenica 8 gennaio: sono, infatti, previste piogge diffuse per almeno due o tre giorni, con neve sulle Alpi oltre i 900 metri e un rinforzo dei venti. 

Andando nel dettaglio, oggi al nord è prevista nebbia o cielo coperto in pianura, soleggiato in montagna.

Al centro: cielo a tratti nuvoloso, specie sulle tirreniche. Al sud: bel tempo prevalente.

Domani, 5 gennaio, al nord ci saranno nebbia o nubi basse in pianura, soleggiato in montagna. Al centro: cielo piu coperto su Toscana, Umbria e lungo le coste peninsulari. Al sud: bel tempo prevalente.

Mentre per l’Epifania al nord è prevista nebbia o nubi basse in pianura, soleggiato in montagna. Al centro: cielo molto nuvoloso o a tratti coperto. Al sud: cielo a tratti molto nuvoloso.