Michael Jackson: a 7 anni dalla morte nuove dichiarazioni
Michael Jackson: a 7 anni dalla morte nuove dichiarazioni
News

Michael Jackson: a 7 anni dalla morte nuove dichiarazioni

MICHAEL JACKSON
MICHAEL JACKSON

Sono passati 7 anni dalla morte di Michael Jackson e ancora escono notizie sulla vendita della sua villa, le accuse di pedofilia e l’astio verso Prince.

È stata messa in vendita la villa in cui Michael Jackson ha vissuto dal 2007 alla sua morte prematura a 50 anni. La casa si trova a Las Vegas (Nevada) e viene venduta ad una cifra pari a 9,5 milioni di dollari.

L’abitazione era stata soprannominata “Thriller Villa” e si estende su una superficie 2555 metri quadrati. La struttura è circondata inoltre da 7 ettari di terreno ed è stata trasformata in un tributo all’artista scomparso nel 2009.

Pochi giorni fa erano stati ripresi alcuni documenti che accusavano Jackson di pedofilia. Dal 1991 infatti, la pop star aveva comportamenti eccentrici e spesso la polizia aveva fatto irruzione nel suo parco divertimenti “Neverland” in cerca di prove per su alcune presunte violenze sessuali.

Nel 2003 Jackson riceve una nuova accusa da un minorenne ma il processo, durato tre anni lo sprigionerà dalle accuse ma lo lascerà segnato, oltre che per gli interventi di chirurgia estetica fino alla morte.

JJ Abrams produrrà una serie TV proprio sugli ultimi giorni di Jackson, tratta dal libro di Tavis SmileyBefore you Judge me: The triumph and tragedy of Michael Jackson’s last days”.

Sono uscite inoltre delle notizie riguardanti l’astio tra Michael Jackson e Prince.

Fra le due pop star si dice ci sia sempre stato molto nervosismo, poiché Prince vedeva Jackson come un ostacolo alla propria carriera.

Il gossip era stato animato da episodi di provocazione reciproca e anche da alcune dichiarazioni di Jackson nei confronti di Prince in una dichiarazione del 1988 della rivista “Daily Mirror”.

Michael Jackson aveva dichiarato: “Non mi piace affatto essere paragonato a Prince. Fin da quando ero bambino ho dimostrato quanto valgo. E non è giusto. Lui pensa che io sia in competizione con lui. Io spero che lui cambi idea perché, caro mio, si farà male. È il classico tipo di persona che potrebbe suicidarsi. […] È così maleducato, una delle persone meno educate che io abbia mai incontrato. Prince è molto competitivo. E nei confronti della mia famiglia è stato molto cattivo e malvagio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche