×

Michele Misseri “destabilizzato” dopo le visite di Valentina

Michele Misseri e le figlie

Lascia piuttosto perplessi, nella storia già di per sé assurda che ha condotto all’omicidio della giovanissima Sarah Scazzi, (nella foto) la dichiarazione dell’avvocato di Michele Misseri, Daniele Galoppa, il quale ha detto di aver trovato il proprio cliente “molto destabilizzato” dopo le visite ricevute la settimana scorsa da parte della figlia maggiore Valentina.

Come ricorderete, la ragazza si era rifiutata per giorni di recarsi in carcere a trovare il padre, dicendosi convinta della sua colpevolezza e di augurarsi per lui una pena esemplare.

Evidentemente qualcosa l’ha fatta tornare sui suoi passi.

Potrebbe trattarsi di naturale desiderio di vicinanza per un genitore, seppur colpevole di un reato gravissimo, ma dà da pensare il successivo smarrimento, quasi terrore di Misseri, che ha affermato di voler ritrattare ancora una volta la propria versione dei fatti.

Cosa avrà detto Valentina al padre?

Sono in molti a credere, soprattutto nell’ambito familiare e delle amicizie più strette, che l’uomo, succube delle donne di casa, abbia confessato, o sia stato costretto a farlo, un omicidio commesso in realtà da altri, che però ha voluto o dovuto coprire.

Ora si spera che l’incidente probatorio previsto per la prossima settimana, possa rivelarsi utile a trovare i tasselli mancanti necessari a ricostruire la dinamica dei fatti che lo scorso 26 Agosto portò alla morte della piccola Sarah.

2
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
1 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
2 Commentatori
più recenti più vecchi
sofia

come fà valentina a dire che sabrina è innoccente quando lei sta a roma come fanno gli avvocati a difendere gli assassini ,perche lo sono pure loro, si vendono l’anima per i soldi avvocati senza anima spero che la giustizia trionfi e i colpevoli debbono subire le stesse paure di sarah valentina dice che la cosima ci doveva fare la festa ma gia ce l’hanno fatto la festa una festa all’acqua di pozzo nuda come un animaletto indifeso la pena di morte e poco gli incubi e le peggiori pazzie ci devono rodere i cervelli agli assassini per tutta l’eternità… Leggi il resto »

Leggi anche