Le migliori mete in Europa secondo Lonely Planet
Le migliori mete in Europa secondo Lonely Planet
Viaggi

Le migliori mete in Europa secondo Lonely Planet

Le migliori mete in Europa per il 2018
Le migliori mete in Europa per il 2018

L'Emilia Romagna è al primo posto nella lista delle migliori mete europee secondo Lonely Planet.

Le vacanze estive si avvicinano e siamo tutti alla ricerca della meta perfetta per i nostri viaggi. Fortunatamente, non dovremo andare lontano. A dirlo è Lonely Planet, che ha stilato una lista delle dieci migliori destinazioni in Europa. Il Vecchio Continente infatti ha molto da offrire, a cominciare dalla prima meta in classifica: l’Emilia Romagna.

Per chi volesse prenotare una vacanza in Europa, consigliamo di visualizzare le ultime offerte di Expedia cliccando sull’immagine seguente



Emilia Romagna, prima in Europa

Proprio l’Emilia Romagna è al primo posto nella classifica delle dieci migliori mete in Europa secondo la guida Best in Europe di Lonely Planet. La regione italiana ha sorpassato il resto del Vecchio Continente grazie alle sue bellezze artistiche e naturali, al suo cibo goloso e genuino e ai suoi abitanti sempre accoglienti nei confronti dei visitatori. Tra splendidi paesaggi naturali, si alternano città come Bologna, Ferrara e Parma, in cui si respirano arte e cultura.

A Ferrara è stato recentemente inaugurato il nuovo Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah. Da apprezzare anche i centri marittimi come Rimini, dove non a caso si terrà il l’edizione 2018 dell’UlisseFest (dall’8 al 10 giugno), il festival di Lonely Planet interamente dedicato al viaggio.

Le torri di Bologna

L’Emilia Romagna conquista anche grazie alla sua tradizione enogastronomica. Dalle lasagne al ragù, dai tortellini alla piadina, dal prosciutto all’aceto balsamico. Una tradizione che è possibile apprezzare nella sua interezza a Fico, uno parco commerciale a Bologna interamente dedicato al cibo nelle sue diverse sfaccettature. I suoi 90mila metri quadri comprendono negozi, mercati e ristoranti, ma anche cinema, teatri e una fattoria didattica.

Ferrara, in Emilia Romagna

Cantabria (Spagna)

Una regione spagnola poco conosciuta, caratterizzata dalla natura selvaggia, dalle gole aspre e dalle spiagge non facilmente accessibili. Un must per gli amanti della natura è il Picos de Europa, un parco nazionale che, con il suo secolo di storia, vanta di essere il più antico della Spagna.

Ma in Cantabria potrete anche visitare caratteristici borghi, come Santillana del Mar e Comillas.

Frisia (Paesi Bassi)

Se avete apprezzato la capitale olandese, non potrete non amare anche la Frisia, in particolare la sua capitale: Leeuwarden, capitale europea della cultura 2018 (insieme a La Valletta). I suoi canali su cui si affacciano case, bar, negozi e installazioni artistiche la rendono una meta particolarmente romantica. Consigliato anche il museo di Escher e il Sense of Place.

La capitale della Frisia

Kosovo

Una meta forse poco conosciuta, ma che a dieci anni dall’indipendenza merita di essere apprezzata. Percorrete la via Dinarica per godere di spettacolari paesaggi naturali, partecipate al Dokufest nella cittadina di Prizren e assaggiate i vini locali di Rahovec.

Provenza (Francia)

Provenza è sinonimo di arte, eleganza, romanticismo e profumo di lavanda. La regione francese sa sempre come rinnovarsi, con i nuovi spazi espositivi della Fondazione Cardigan sull’isola di Porquerolles. Novità anche ad Arles, grazie a Frank Gehry che ha ristrutturato il programma della Fondation Luma.

Dundee (Scozia)

Una città poco turistica, che però potrebbe diventare un centro nevralgico dell’arte contemporanea.

Tutto ciò grazie a V&A, il museo del design la cui costruzione ha richiesto 30 anni e un miliardo di sterline. Il risultato è un’enorme costruzione di calcestruzzo e specchi che affascina i visitatori.

Museo del design a Dundee

Piccole Cicladi (Grecia)

Nella lista delle dieci migliori mete in Europa non può mancare la Grecia, che con il suo mare cristallino e la sua tradizione millenaria non smette di attirare turisti da tutto il mondo. Ma se volete fuggire dal turismo di massa, scegliete le Piccole Cicladi. Isole come Koufonisia, Iraklia, Schinousa e Donousa vi regaleranno una vacanza fatta di mare azzurro, case bianche e totale relax.

Il mare cristallino delle Cicladi

Vipava Valley (Slovenia)

La Toscana appena al di là del confine: ecco qual è la sensazione che si prova durante un soggiorno a Vipava Valley. Questa zona della Slovenia è famosa per i suoi vigneti e i piccoli borghi, da cui non si può ripartire senza aver partecipato a una degustazione di vini. Per apprezzare al meglio le bellezze di questa terra, si consiglia di noleggiare una bicicletta e perdersi tra i suoi paesaggi.

Vilnius (Lituania)

Una città poco nota ai turisti ma che sa affascinare grazie al suo centro barocco, al suo ghetto ebraico e ai suoi quartieri artistici.

Scoprite anche la cucina nordica nei ristoranti e nei birrifici tipici della Lituania. Proprio nel 2018 ricorre il centenario dell’indipendenza lituana: per l’occasione, Vilius accoglierà i suoi visitatori con un ricco programma di eventi.

Il fascino nordico di Vilnius

Tirana (Albania)

Appena al di là dal mare, ecco una meta inaspettata. Una città che un tempo era sinonimo di malavita sta ora rifiorendo e ha deciso di puntare anche sul turismo. Provare per credere: resterete stupiti dalle case colorate, dalle osterie accoglienti e dalla vista dal Mount Daiti, da raggiungere rigorosamente in funivia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Apple iPhone 6s Plus 32GB Grigio - Grey
439 €
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband Con Cardiofrequenzimetro
24.99 €
41.67 € -40 %
Compra ora
Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 297 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.